Home Articoli Bell Production di Torino sostiene due produzioni cinematografiche

Bell Production di Torino sostiene due produzioni cinematografiche

441
0
CONDIVIDI

Sono solidi i fondamentali economici dell’industria cinematografica italiana. Le imprese di settore attive sul territorio nazionale sono oltre 6.000, diffuse sul territorio nazionale con una concentrazione nel Lazio per circa il 30% e in Lombardia per circa il 20%. Il fatturato generato da tali imprese è ben oltre i 5 miliardi di euro (di cui oltre 3 miliardi nella sola produzione). Il numero di addetti, che raggiunge circa le 200 mila unità, tra lavoratori dipendenti e indipendenti, autonomi e liberi professionisti, e l’investimento annuo complessivo di capitali italiani privati e pubblici nelle opere filmiche, supera i 300 milioni di euro. Un sistema economico e numeri importanti che Bell Production SpA, società leader in Europa nella progettazione e realizzazione di sistemi audio, video e multimediali all’avanguardia, non poteva ignorare. Grazie alle misure fiscali che incentivano l’investimento nel cinema da parte di imprese esterne al settore, Bell Production, come molte altre aziende nazionali, guarda con interesse a queste nuove forme di investimento.

Questi numeri hanno spinto Bell Production SpA a sostenere due produzioni cinematografiche in meno di due anni. Due interessanti opportunità di business e di immagine per un investimento di circa un milione di euro. “Il giorno più bello” per la regia di Vito Palmieri, prodotto da Altre Storie, Clemart e con Rai Cinema e il contributo di Apulia Film Commission, e “Quel poco che rimane” di Pippo Mezzapesa (già regista del film “Il Paese delle Spose Infelici”), prodotto da Altre Storie con Rai Cinema e in collaborazione con il MiBACT e il contributo di Apulia Film Commission. Due opere cinematografiche di alto livello qualitativo che vedono tra gli interpreti Sergio Rubini, Michele Venitucci, Dino Abbrescia, Alessio Vassallo, Teresa Saponangelo, Giulia Steigerwalt.

Piergiorgio Bassano, Presidente di Bell Production SpA, ha dichiarato: “Il cinema è per noi una bellissima passione e oggi è diventato anche un nuovo mercato d’investimento, un motore di sviluppo e un’ottima via per promuovere l’immagine della nostra società in Italia e all’estero. Siamo soddisfatti, anche con l’aiuto delle agevolazioni previste dal tax credit esterno, di avere un nuovo legame con il cinema italiano: una unione che ingentilisce la nostra immagine fortemente tecnologica. Diversificare i propri investimenti è importante, ma riteniamo che sostenere l’industria culturale italiana sia un dovere che tutti dovremmo ricordare. Il nostro impegno a sostegno del cinema nazionale continuerà perché siamo convinti che la nostra storia passa anche attraverso il cinema, che tanti riconoscimenti ha ricevuto nel mondo”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here