Home Eventi Henri-Georges Clouzot e il noir francese, rassegna a Palazzo delle Esposizioni dal...

Henri-Georges Clouzot e il noir francese, rassegna a Palazzo delle Esposizioni dal 18 gennaio al 12 marzo

23
0
CONDIVIDI

henri-georges-clouzot-e-il-noir-francese-201982

Regista innovativo e contro corrente, osteggiato in vita ma oggi acclamato come un maestro assoluto, Henri-Georges Clouzot ha legato la sua fama ad alcuni dei capolavori del noir francese, da “I diabolici” a “Il corvo”, nonché a titoli entrati nella leggenda come “Vite vendute” (rifatto da Friedkin a Hollywood) o “Il mistero Picasso”, uno dei migliori film sull’arte mai realizzati.

In occasione del 40esimo anniversario della scomparsa, una rassegna al Palazzo delle Esposizioni di Roma gli rende omaggio a partire dal 18 gennaio con una selezione dei suoi film più celebri, a cui si affiancherà una serie imperdibile di classici del noir francese firmati tra gli anni ’30 e ’70 da autori di culto come Jacques Becker, Jean-Pierre Melville, Jean Renoir, François Truffaut e Claude Chabrol, senza dimenticare Jacques Deray, Georges Franju, Jules Dassin e molti altri.

La manifestazione, a cura di Azienda Speciale Palaexpo, Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, Institut français Italia e La Farfalla sul Mirino, è a ingresso libero per il pubblico e rappresenta un’occasione unica per riscoprire sul grande schermo, rigorosamente in pellicola 35mm, alcuni dei momenti più alti della storia del cinema francese, nonché i suoi volti più amati, da Jean Gabin a Jean-Paul Belmondo, da Alain Delon a Brigitte Bardot.

L’inaugurazione di mercoledì 18 gennaio, alle ore 21.00, spetta a “I diabolici” di Clouzot, thriller mozzafiato che ebbe un enorme successo in tutto il mondo arrivando a influenzare anche Hitchcock, grande ammiratore del regista francese.

Fino al 12 marzo si potranno poi ammirare i titoli precursori dello stile e delle tematiche del noir (“Il bandito della Casbah” di Duvivier, “L’angelo del male” di Renoir), pietre miliari come “Grisbì” e “Il buco di Becker” o “Rififi” di Dassin, alcune delle prove migliori dei maestri della Nouvelle Vague, tra cui “Fino all’ultimo respiro” di Godard o “La mia droga si chiama Julie” di Truffaut, e i grandi polar della fine degli anni ’60, come “Il clan dei siciliani” di Verneuil, “Ultimo domicilio conosciuto” di José Giovanni o “I senza nome” di Melville. Di Renoir sarà proiettato anche il raro “La notte dell’incrocio” del 1932, passato alla storia per essere il primo film tratto da Simenon con protagonista il commissario Maigret. Imperdibile infine il documentario “L’Enfer d’Henri-Georges Clouzot”, che ricostruisce la drammatica vicenda del film di Clouzot con Romy Schneider rimasto incompiuto, la cui sceneggiatura sarà ripresa 30 anni dopo da Claude Chabrol per il suo “L’inferno”, con Emmanuelle Béart e François Cluzet.

Henri-Georges Clouzot e il noir francese
18 gennaio – 12 marzo 2017

Palazzo delle Esposizioni – Sala Cinema
Scalinata di via Milano 9 a, Roma
INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here