Home Articoli Nasce il comitato: Se non ora quando? 13 Febbraio

Nasce il comitato: Se non ora quando? 13 Febbraio

CONDIVIDI

“Se non ora quando?”: più di un milione di donne e uomini dalle piazze italiane e moltissimi anche da quelle straniere hanno risposto all’appello in difesa della dignità delle donne dicendo: “sì, adesso”. E a loro va il nostro grazie.

Tutta la politica deve confrontarsi da oggi con la realtà emersa dalle piazze del 13 febbraio, che non può essere né elusa né minimizzata. La richiesta di quelle piazze riguarda una pluralità di temi, dal rispetto dell’etica pubblica al lavoro, dai diritti delle donne, all’immagine femminile diffusa dai media e dalla pubblicità, fino alla selezione delle classi dirigenti, sui quali sono necessarie da parte delle istituzioni e delle forze politiche e sociali parole e fatti senza ambiguità.

Il Comitato promotore Se non ora quando? 13 Febbraio è pienamente consapevole della responsabilità che gli attribuisce una così grande, appassionata, spontanea, sincera, mobilitazione di cittadine e cittadini e per questo ha deciso di diventare permanente: nasce il Comitato Se non ora quando? 13 Febbraio, con l’obiettivo di valorizzare le energie che si sono espresse straordinarie domenica scorsa nelle nostre città.

E’ il momento per tutte e tutti di impegnarsi per cambiare culture e politiche e per abbattere vecchi steccati e divisioni. E’ il momento di rivendicare anche in Italia ciò che è la normalità in tutta Europa, dove le donne contano, decidono, “esistono” e nessuno si sogna di proporle come puro elemento decorativo della politica o della società.

Il Comitato:
Francesca Comencini, Silvia Costa, Serena Sapegno, Nicoletta Dentico, Cristina Comencini, Francesca Izzo, Viviana Simonelli, Roberta Agostini, Valeria Fedeli, Titti Di Salvo, Cecilia D’Elia, Flavia Perina, Licia Conte, Donatina Persichetti, Elisabetta Addis, Sara Ventrone, Ilaria Ravarino, Carlotta Cerquetti, Loredana Taddei, Patrizia Cafiero, Fabrizia Giuliani, Ilenia De Bernardis, Francesca Caferri.

6 Commenti

  1. Nella risposta all’appello in nome della dignità delle donne si sono espresse energie intellettuali e morali inutilizzate e inutilizzabili nelle forme attuali della politica. Il problema è ora trasformarle in una forza efficace, mantenendo l’indipendenza del canale comunicativo attivato

  2. Se non ora quando?
    Non dobbiamo più restare nelle retrovie abbiamo tante donne preparate e capaci perchè votare uomini incompetenti.
    La politica è diventata un posto di lavoro ben retribuito e garantito facciamola tornare un servizio ai cittadini oltre che un onore.

  3. DOMENICA 13 FEBBRAIO E’ STATO UN EVENTO EPOCALE. E’ URGENTE RIPETERE LA STESSA MANIFESTAZIONE DI MASSA AL PIU’ PRESTO: DOMENICA 6 MARZO, L’ 8 MARZO, MARTEDI’, SAREBBE MENO PARTECIPATA. E’ EVIDENTE CHE STARE IN PIAZZA FUNZIONA, VISTA LA PARTECIPAZIONE, E IMPRESSIONA, VISTI I COMMENTI DI B. E GEL! STA A NOI CAPIRE CHE IL MOMENTO POLITICO RICHIEDE QUESTO SUBITO. CREDO CHE STARE IN PIAZZA IN MASSA DOVREBBE DIVENTARE UNA PRASSI FINO ALLA CADUTA DEL GOVERNO, PERCHE’ SE STESSIMO IN PIAZZA OGNI DOMENICA IN TANTE CITTA’ , IL GOVERNO CADREBBE. Grazie. Patrizia Pompeo

  4. penso che la manifestazione ci abbia fatto capire che abbiamo una possibilità di dare un contributo reale al cambiamento. mi piacerebbe contribuire a creare rete e a mantenere la comunità delle donne trasversale ai partiti. potrebbe essere la nostra forza per fare nuove regole per la politica del paese. io ci sono. e vivo a Milano

  5. domenica ero in piazza a Bologna ed eravamo in tanti, il commento comune era finalmente!!! e dobbiamo farlo di nuovo con costanza e determinazione per esprimere la richiesta di un governo che ci rappresenti e quindi la dimissione di quello in carica.
    Ringrazio chi ha avuto l’iniziativa e l’intraprendenza di convocare la manifestazione ma credo che la forte adesione sia la testimanianza del bisogno di un luogo fisico nel quale poter esprimere insieme la voglia di cambiamento e la volontà di affermare una presenza altrimenti celata e invisibile.
    riconvochiamoci… ogni domenica… una domenica al mese…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here