Home Articoli Buon compleanno Ettore Scola: 3 proiezioni alla Casa del Cinema

Buon compleanno Ettore Scola: 3 proiezioni alla Casa del Cinema

CONDIVIDI

Martedì 10 maggio la Casa del Cinema di Roma festeggia gli 80 anni di Ettore Scola con tre proiezioni speciali

Sala Deluxe ore 16
LA FAMIGLIA
Italia Francia, 1987, 127’
regia Ettore Scola

sceneggiatura Furio Scarpelli, Ettore Scola, Ruggero Maccari, Graziano Diana
con Vittorio Gassman, Stefania Sandrelli, Fanny Ardant, Carlo Dapporto, Ottavia Piccolo, Jo Champa, Massimo Dapporto, Athina Cenci, Alessandra Panelli, Monica Scattini

I ricordi di Carlo, anziano professore d’italiano in pensione, si sviluppano a partire da una foto scattata nel 1906 e scorrono sullo schermo in nove flash-back di un decennio ciascuno, nei quali rivivono – sempre all’interno di una casa romana del quartiere Prati – i personaggi e le vicende generazionali di una famiglia borghese, nel loro succedersi dimesso e quotidiano. Fra gli ascendenti Aristide, un padre pittore dilettante; una madre cantante mancata; il nonno Carlo anche lui professore; tre zie zitelle, Margherita, Luisa, Ornella. Intorno a Carlo: Giulio, un fratello che si lascerà poi coinvolgere dal fascismo; Beatrice, una ragazza che si reca da lui a lezioni di ripetizione e che diventerà sua moglie; la sorella di lei, Adriana, una giovane pianista di cui Carlo rimane segretamente preso anche dopo esser diventato marito e padre; la cameriera Adelina, poi moglie di Giulio, figli, nipoti, figli dei nipoti… mentre all’esterno la storia scorre con guerre, dopo guerre, mutamenti vari, fino a questa festa del compleanno di Carlo in cui tutti si danno convegno nell’antica casa per festeggiarlo e posano per una seconda foto-ricordo di famiglia.

Sala Deluxe ore 20.30
43-97
cortometraggio di Ettore Scola
Italia, 1997, 11’

con Claudio Fiori Cencioni, Francesco Cencioni, Michelangelo Affanon

Roma, via del Portico D’Ottavia, 1943. Un bambino fugge dal rastrellamento del Ghetto e si rifugia dietro una porta. È la porta di un cinema…

a seguire
IO LA CONOSCEVO BENE
di Antonio Pietrangeli
Italia, 1965, 115’

sceneggiatura Antonio Pietrangeli, Ruggero Maccari, Ettore Scola
con Nino Manfredi, Mario Adorf, Enrico Maria Salerno, Ugo Tognazzi, Stefania Sandrelli

Dal pistoiese, Adriana arriva a Roma armata di bellezza, ingenuità, tenera ignoranza, desideri trasparenti e capacità di slanci affettivi. Passa da un mestiere e da un uomo all’altro, finché il “male oscuro” dell’inutilità lievita in lei e la spinge al suicidio. Scritto con Ruggero Maccari ed Ettore Scola, è uno dei migliori film di Pietrangeli, specialista in storie di donne umiliate, notevole anche per la frantumata struttura narrativa, fuori dagli schemi della commedia italiana e influenzata dalla francese “scuola dello sguardo”. 3 Nastri d’argento (film, sceneggiatura e attore non protagonista: un Tognazzi memorabile) e molti premi all’estero. La ventenne Sandrelli si conferma animale cinematografico di razza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here