Home Articoli Da Germano a Camilleri, nessuno tocchi il Valle

Da Germano a Camilleri, nessuno tocchi il Valle

CONDIVIDI

Occupato da martedì 14 giugno il Teatro Valle di Roma, dove dalle 10 circa un gruppo di 100 persone appartenenti al collettivo “Lavoratori e lavoratrici dello spettacolo autorganizzati” hanno fatto irruzione e occuperanno il teatro per tre giorni. Elio Germano e tanti altri noti artisti parteciperanno alle serate della protesta.

Alla base della dimostrazione la preoccupazione che il teatro venga trasformato in un bistrot.

L’ultima galleria del teatro è stata addobbata con striscioni ad hoc: “Riprendiamoci il Valle” e “Come l’acqua, l’aria, ora la cultura”.

La risposta del comune di Roma arriva dall’assessore alla cultura, Dino Gasperini, che annuncia che oggi arriverà in giunta la delibera della firma con il MiBAC per mantenere pubblico il Valle, facendolo passare dall’amministrazione ministeriale a quella comunale. Gasperini ha inoltre incontrato una delegazione degli occupanti che chiedono chiarezza e trasparenza sulla gara pubblica.

Le attività organizzate dal collettivo durante l’occupazione saranno: mercoledì 15 giugno alle ore 16 inizia l’assemblea “Cronaca di una morte annunciata: dal Valle a Cinecittà, la gestione dei beni e delle risorse culturali in Italia”. Dalle ore 20, si alterneranno performance di artisti come, Maddalena Crippa con un estratto della “Costituzione” di Calamandrei, Fabrizio Gifuni con un estratto de “L’ingegner Gadda va alla guerra”, Pietro Sermonti con “Stasera il mio nome è Bondi, James Bondi” e Danilo Nigrelli con “Questa è l’acqua” di Foster Wallace.

Mercoledì 16, per la seconda serata di occupazione, Elio Germano sarà in coppia con lo scrittore Andrea Camilleri, per un discorso d’apertura, e a seguire, sempre Germano in coppia con Teho Teardo eseguiranno un recital tratto da “Viaggio al termine della notte”. Oltre a Vinicio Marchioni con “Rock in Urss” di Nikolaj Lilin.

Per la terza serata di occupazione, giovedì 17, attesissime sono Franca Valeri, Giovanna Marini e Sabina Guzzanti.

Queste serate e questa manifestazione è stata congeniata per lanciare un appello già sottoscritto da 100 artisti, tra cui Ascanio Celestini, Emma Dante, Filippo Timi, Anna Bonaiuto, Andrea Camilleri, Toni Servillo, Fausto Paravidino e Valerio Mastandrea.

Ci auguriamo che tutti gli artisti coinvolti facciano come Elio Germano che al suo arrivo al Valle ha dichiarato convinto e felice: “Grandi! Ce l’abbiamo fatta! Ora faccio qualche telefonata e chiamo gli altri miei amici”.

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here