Home Articoli Stereotipi: un viaggio patinato e polveroso nel Nord America

Stereotipi: un viaggio patinato e polveroso nel Nord America

CONDIVIDI

Questo è il BLOG, che il nostro magazine sta ospitando, dove è possibile seguire il viaggio di Nino ed Emiliano conclusosi il 10 luglio. L’aggiornamento continua…

La mappa provvisoria del viaggio di Nino ed EmilianoDue nostri amici, nonché fotografi e collaboratori di RB Casting, Emiliano Pecis e Nino Guarnacci, hanno deciso di intraprendere un viaggio particolare non tanto nelle mete, ma nei presupposti, negli obiettivi, nel progetto che hanno intenzione di sperimentare e portare avanti. Partiranno da San Francisco, in California, per scendere attraverso la costa e quindi entrare nell’entroterra visitando il deserto nord americano tra i più famosi (e quelli meno noti) canyon della zona.

Un viaggio duplice
Si comincia attraversando il mondo patinato, che conosciamo da sempre grazie alle serie televisive americane, alla “Baywatch” per intenderci, per finire nel mondo polveroso, desertico, dei grandi canyon americani che rievocano film più intimisti come “Fandango”, per rimanere nel tema cinematografico tanto caro al nostro magazine.

Un viaggio duplice quindi, dove lo sforzo dei nostri amici sarà proprio quello di rispettare e mantenere lo stereotipo nord americano così come lo custodiamo nel nostro immaginario collettivo, per poi magari polarizzarlo, fumettizzarlo, renderne una caricatura, in una sorta di neo pop-art.

La costa ricca, edonista, tra le ville dell’alta borghesia nord americana, dove tutto è perfetto, in ordine, green, dove si mangia “organic food”, e ci sono le corsie preferenziali per chi ha in macchina più di una persona (pooling car). Ed infine: il footing, la Coca-Cola, il sogno americano, le belle spiagge ventose, i ragazzi atletici e muscolosi che fanno surf. Stesso dicasi per l’entroterra, tra i vari canyon, dove si inoltreranno per capire l’effetto che fanno quei posti immensi, desertici, polverosi, produttori fisiologici di solitudine, tra le insegne al neon rosa e blu dei tristi locali semi abbandonati. Insomma, tutto ciò che si aspetteranno di vedere, per come lo hanno vissuto attraverso i film (da qui il nostro interesse), le letture e i sentitodire, lo cercheranno “disperatamente” per cercare di immortalarlo nelle proprie foto.

Un viaggio interno
Ma tutto questo è solo una parte del progetto, il resto verrà dalla loro testimonianza diretta attraverso una registrazione video dei propri dialoghi, fatti in macchina, durante i loro lunghi viaggi, ispirati ovviamente da quello che vedranno, sentiranno, vivranno. Una testimonianza diretta che avrà la pretesa, tutta da dimostrare, di instaurare un dialogo costruttivo capace di spiegare meglio il carattere e la prospettiva dell’altro, vista la loro natura completamente differente e complementare. Nino è la persona più estroversa, solare, appunto “patinata”, da costa californiana. Mentre Emiliano è più introverso, introspettivo, appunto “polveroso”, da gran canyon. Non stiamo qui a dire oltre per non anticipare nulla, ma ovviamente la promessa che ci hanno fatto è quella di vivere e testimoniarci questo loro viaggio, con tanta leggerezza e divertimento.

Un nuovo format
Per RB Casting questo è un esperimento che fa volentieri e con curiosità, vista anche la natura filmica del loro viaggio, per vedere se magari questo nuovo “format” non possa essere, in qualche modo, replicabile con tutti i nostri amici artisti che vogliano proporsi con progetti analoghi.

Questo è il BLOG, che il nostro magazine sta ospitando, dove è possibile seguire il viaggio di Nino ed Emiliano conclusosi il 10 luglio. L’aggiornamento continua…


3 Commenti

  1. Vi seguiamo… attendiamo impazienti i vostri meravigliosi scatti e commenti!
    Sono sicura che saprete catturare il meglio.
    Ciao ciao

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here