Home Articoli Bellocchio, “no” al finanziamento per “La bella addormentata”

Bellocchio, “no” al finanziamento per “La bella addormentata”

CONDIVIDI

Il Friuli Venezia Giulia dice “no” al finanziamento del film di Marco Bellocchio, “La bella addormentata”, ispirato alla vicenda di Eluana Englaro, la donna morta in una clinica di Udine nel febbraio 2009 per l’interruzione dell’alimentazione artificiale dopo 17 anni di stato vegetativo. Il caso è stato anticipato su “la Repubblica”.

Una trentina di consiglieri di maggioranza (Pdl, Lega Nord, Udc, Fli) e d’opposizione (Pd) della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia ha approvato un ordine del giorno, collegato alla legge finanziaria, che impegna la Giunta a non concedere finanziamenti per produzioni cinematografiche che non rientrino nelle finalità della legge 21/2006.

“Le finalità della legge sugli audiovisivi – afferma il capogruppo dell’Udc, Edoardo Sasco, primo firmatario del documento – non prevedono in alcun modo finanziamenti per produzioni cinematografiche come quello relativo alla storia di Eluana Englaro ma riguardano la promozione del territorio, senza contare il fatto che il sostegno a una produzione privata e a fine di lucro rischia di essere considerata aiuto di Stato”.

“Quella della giunta è stata una presa di posizione preventiva su un film di cui nessuno dei partecipanti sa nulla, sono sicuro che si ricrederanno. Quello che conta è il parere della Film Commission”, dichiara il produttore Riccardo Tozzi di Cattleya che intende avvalersi di un finanziamento regionale, attraverso la Friuli Venezia Giulia Film Commission. E spiega Tozzi che “La bella addormentata” non è un film sul caso Englaro “e non sarebbe neanche esatto dire che è ispirato”.

Le riprese de “La bella addormentata” cominceranno a fine gennaio. Tra gli interpreti: Alba Rohrwacher, Toni Servillo, Piergiorgio Bellocchio e Michele Riondino.

 

 

 

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here