Home Articoli DG Cinema MiBAC: nove lungometraggi riconosciuti di interesse culturale

DG Cinema MiBAC: nove lungometraggi riconosciuti di interesse culturale

CONDIVIDI

Sono 9 i progetti di lungometraggio, presentati entro il 31 maggio 2011 (seconda sessione), riconosciuti di interesse culturale dalla Commissione per la Cinematografia della Direzione Generale per il Cinema – MiBAC, nella riunione di giovedì 22 dicembre 2011: “Romanzo di una strage – Il segreto di Piazza Fontana” di Marco Tullio Giordana 800.000 euro (Cattleya); “La scoperta dell’alba” di Susanna Nicchiarelli 550.000 euro (Fandango); “Anita B.” di Roberto Faenza 600.000 euro (Jean Vigo Italia); “Cha Cha Cha” di Marco Risi 700.000 euro (Bibi Film Tv); “The bald hairdresser” di Susanne Bier, solo interesse culturale (Lumiere & Co.); “La nave dolce” di Daniele Vicari, solo interesse culturale (Indigo Film); “Vanità” di Giorgio Diritti 700.000 euro (Arancia Film, Lumiere & Co.); “Big House” di Matteo Garrone, solo interesse culturale (Archimede, Fandango); “Il Futuro” di Alicia Scherson 150.000 euro (Movimento Film).

Oltre a questi, senza contributo, sono stati riconosciuti di interesse culturale, da confermare a visione copia campione, anche “Com’è bello far l’amore” di Fausto Brizzi (Wildside) e “Asterix e Obelix – Dio salvi la Britannia” di Laurent Tirard (Film Kairos).

Nella riunione di giovedì 22 dicembre, la Commissione per la cinematografia ha esaminato anche le richieste di interesse culturale per progetti di lungometraggio presentate entro il 30 settembre 2011 (terza sessione). Dopo avere deciso sull’attribuzione dell’interesse culturale ai progetti che non hanno chiesto contributo, la Commissione ha rinviato al 12 gennaio 2012 la conclusione dei lavori con le decisioni sui film che hanno chiesto, oltre all’interesse culturale, anche il contributo economico. Gli esiti complessivi saranno pubblicati dopo la riunione del 12 gennaio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here