Home Articoli Online l’avviso pubblico per la valorizzazione del patrimonio culturale e paesistico

Online l’avviso pubblico per la valorizzazione del patrimonio culturale e paesistico

CONDIVIDI

La Giunta Regionale del Lazio ha approvato l’avviso pubblico da 5 milioni di euro per la valorizzazione e promozione del patrimonio culturale e paesistico nelle aree di particolare pregio del territorio regionale

Con la deliberazione n. 14 del 13 gennaio 2012 la Giunta Regionale del Lazio ha approvato l’avviso pubblico per la presentazione di progetti a valere sulla nuova attività II.5 “Valorizzazione e promozione del patrimonio culturale e paesistico nelle aree di particolare pregio”.

Si prevede il sostegno alla realizzazione di progetti che sappiano integrare le strategie di tutela e conservazione con quelle di fruizione, valorizzazione e sviluppo per il restauro, il recupero, la messa in sicurezza, il miglioramento della fruibilità del patrimonio culturale e la messa in rete delle risorse culturali, al fine di garantire una migliore fruizione dei beni oggetto di intervento.


L’obiettivo è quello di promuovere progetti di tutela e valorizzazione delle risorse culturali che consentano di innescare effetti di crescita e sviluppo e che siano in grado di assicurare una piena sostenibilità gestionale e finanziaria. Nella selezione dei progetti si terrà, inoltre, conto della capacità di mobilitare sinergie significative tra gli attori, contemplando formule attuative in partenariato, con il coinvolgimento di soggetti pubblici e privati.

L’avviso si inquadra nella proposta di revisione del POR FESR Lazio 2007-2013, a valere sulla nuova attività II.5, “Valorizzazione e promozione del patrimonio culturale e paesistico nelle aree di particolare pregio”. La presente Proposta è circoscritta territorialmente al Sistema delle risorse naturalistico – paesistiche e storico – archeologiche riferite alla cultura etrusca, con riferimento al Parco naturalistico e Archeologico di Vulci e al sito UNESCO delle necropoli etrusche di Cerveteri e Tarquinia, con i connessi musei archeologici statali; ed al Sistema urbano, storico – artistico e archeologico – paesistico con riferimento all’area dell’abitato di Tivoli ed ai siti UNESCO di Villa Adriana e Villa D’Este.

I beneficiari del contributo pubblico previsto dal presente Avviso sono gli Enti locali, anche in forma associata di cui al D.Lgs n. 267/2000, e altri soggetti pubblici, anche in partenariato con privati.

Per maggiori informazioni: www.culturalazio.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here