Home Articoli Su Rai 1 il “prefetto di ferro” Cesare Mori, in onda il...

Su Rai 1 il “prefetto di ferro” Cesare Mori, in onda il 16 e 17 settembre

CONDIVIDI

Venerdì 14 settembre alle 11.30 al Cineporto di Lecce, è convocata la conferenza stampa di presentazione del film “Cesare Mori: il Prefetto di Ferro” di Gianni Lepre, con Vincent Perez, Anna Foglietta, Adolfo Margiotta e Gabriella Pession. Coprodotto dalla Artis Edizioni Digitali e Rai Fiction con il sostegno di Apulia Film Commission, il film andrà in onda in due puntate, domenica 16 e lunedì 17 settembre, in prima serata su Rai 1.

All’incontro interverranno il produttore Giorgio Schöttler, gli attori Adolfo Margiotta, Paolo Ricca, Antonio Serrano, il presidente della Provincia di Lecce Antonio Maria Gabellone, Luigi De Luca e Silvio Maselli, rispettivamente vicepresidente e direttore di Apulia Film Commission, e i primi cittadini delle città coinvolte nelle riprese dal location manager Fabio Marini: Paolo Perrone, sindaco di Lecce, Antonio Fitto, sindaco di Maglie, Marcello Risi, sindaco di Nardò, e Luciano Cariddi, sindaco di Otranto. Durante l’incontro, saranno proiettate le immagini del backstage oltre a delle clip relative gli agli interpreti presenti.

“Cesare Mori: il Prefetto di Ferro”, è una vicenda che si svolge nella Sicilia dei primi del ‘900. A Gangi il Commissario Cesare Mori è a capo di una squadra speciale della Polizia che combatte con qualsiasi mezzo quelle bande di malavitosi, latitanti e mafiosi che imperversano nella regione con violenza, saccheggi, distruzione e morte. Proprio la sua azione incisiva lo porta ad ottenere una certa notorietà e fama tra i colleghi, gli stessi nemici e tra le fila dei politici italiani.

Accanto a sé ha la moglie Angelina, una donna dal carattere fragile e tormentato, ma capace di sostenerlo nella sua lotta e il piccolo Saro, il loro amatissimo figlio adottivo: con loro è capace di esprimere il suo lato più affettuoso e generoso. La sua incisiva lotta al brigantaggio e alla mafia lo porta, dopo aver ricoperto la carica di Prefetto di Bologna prima e di Trapani poi, ad essere nominato nel 1924 da Mussolini Prefetto di Palermo con poteri straordinari, attuando da quel momento una dura repressione contro la malavita e contro lo strapotere delle cosche mafiose, obiettivo che persegue fino al 1928, anno in cui viene nominato Senatore del Regno e successivamente collocato a riposo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here