Home Articoli “The Last Day”: arriva il nuovo dramedy sul web

“The Last Day”: arriva il nuovo dramedy sul web

CONDIVIDI

“The Last Day” è la nuova serie web, in 5 puntate da 5 minuti, con protagonisti Matteo Branciamore, Nathalie Rapti Gomez, Andrea Moltovoli, Lucrezia Piaggio, Emanuele Propizio e Piero Cardano. I sei giovani attori interpretano un gruppo di amici di vecchia data che si ritroveranno in un lussuoso loft per un “End of the world party”: una festa tra amici organizzata in occasione dell’ultima notte del mondo secondo la profezia dei Maya che, tra misteri, intrighi e colpi di scena, porterà ad un finale sconvolgente e imponderabile. Un progetto che misurandosi con con l’immensa frontiera del web, porta in scena un’accattivante storia a tinte noir, ricca di mistero e colpi di scena.

Le riprese di “The Last Day” sono in corso in questi giorni a Roma. La serie, diretta da Marco Costa, sarà online prossimamente.

Nelle note sul progetto si legge: “Il web è la nuova frontiera, un territorio ricco, sconfinato e dispersivo, una terra promessa che offre democraticamente a chiunque lo voglia, la possibilità di farsi ammirare, di ottenere un successo autentico e fuori dai vecchi schemi distributivi grazie ai blog, ai social network e alle piattaforme di video sharing.

Il progetto “The Last Day” nasce con la volontà di misurarsi in questo orizzonte già stipato di videomaker e web serie eterogenee, proponendo una storia misteriosa e accattivante, un dramedy che trova la sua forza nella peculiarità di un plot intricato ed emozionante (la profezia Maya sulla fine del mondo come ragione per un confronto definitivo fra vecchi amici), nella regia dinamica e irrequieta, nel cast composto da giovani attori di successo che si applicano su registri inesplorati e su di una struttura produttiva che garantisca un risultato finale di stampo cinematografico.

Cinque puntate da cinque minuti che sono dense di simbologia esoterica, citazioni cinefile, di indizi disturbanti e colpi di scena tesi a mantenere sempre alta la curiosità dei naviganti e le relative visualizzazioni, così da dimostrare che in tempi di crisi, nuove modalità d’espressione artistica sono ancor più necessarie e possibili, soprattutto se partono dal basso.

La nostra è una favola nera che parla di amore, morte, superbia, smarrimento, dipendenza e paura del futuro. La nostra è una web serie che punta dritto alle fobie dell’uomo moderno, un dito nell’occhio del panorama artistico italiano”.

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here