Home Articoli “E fu sera e fu mattina”: ecco la storia del film indipendente...

“E fu sera e fu mattina”: ecco la storia del film indipendente dell’esordiente Emanuele Caruso

CONDIVIDI

3736-E-fu-sera-e-fu-mattina“E fu sera e fu mattina” è un film indipendente girato in Piemonte fra Langhe e Roero nell’estate 2012. Il set principale è stato il Comune di La Morra in provincia di Cuneo. La regia è del regista Emanuele Caruso (28 anni), alla sua opera prima.

Il film uscirà al cinema Cine4 di Alba sabato 18 Gennaio 2014 con una doppia proiezione, alle ore 20.00 e alle ore 22.15, con il cast e gli attori presenti in sala. Le proiezioni sono aperte al pubblico e il biglietto d’ingresso costa 6,50 Euro.

Dopo Alba, il film uscirà a Bra, Dogliani, Milano, Trieste, Bologna, Roma, Catania, Reggio Calabria, Genova, Torino e tante altre città italiane.

Il film è stato girato con un budget ridottissimo di 70.000 Euro, ma con numeri impegnativi: 10 settimane di riprese, 5 attori protagonisti (Albino Marino, Lorenzo Pedrotti, Sara Francesca Spelta, Francesca Risoli, Simone Riccioni), 74 piccoli ruoli, 48 location differenti e 500 comparse per 3 scene di piazza.

La produzione, a cura dell’Associazione Culturale Obiettivo Cinema, ha stimato in circa 1,4 milioni di Euro il costo complessivo che il film avrebbe richiesto secondo i normali canoni di produzione cinematografica.

Emanuele-Caruso-114774“Il film – spiega il regista Emanuele Caruso – è stato montato per tutto il 2013 e a Gennaio 2014 uscirà al cinema in 100 sale in tutta Italia nell’arco di 12-18 mesi. Essendo una produzione indipendente usciremo ovviamente non in ‘contemporanea’, ma in pochi cinema alla volta. Il film – aggiunge Caruso – è stato reso possibile grazie al metodo del crowdfunding e soprattutto del crowd equity. Infatti risulta essere, per l’Italia, un raro esempio di un film realizzato vendendo al pubblico, in fase di preproduzione (quindi ancora in fase di scrittura e ideazione), quote da 50 Euro che corrispondevano a una percentuale degli incassi del film. Chiunque acquistava una quota, acquistava una percentuale degli incassi del film. Una vera e propria scommessa. Oltre 40.000 Euro dell’intero budget attraverso la piattaforma on-line ‘produzioni dal basso’ sono stati trovati in questa maniera, in circa 18 mesi di raccolta complessiva. Per questo non sono crowdfunding, ma anche crowd equity”.

La troupe è stata composta da 30 giovani operatori cinematografici, la cui età media era di 27 anni.

“Un piccolo miracolo”, conclude il regista.

_______________________________________________________________________

Trailer

_______________________________________________________________________

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here