Home Articoli La Rete degli Spettatori annuncia la selezione 2014

La Rete degli Spettatori annuncia la selezione 2014

CONDIVIDI

RETE-DEGLI-SPETTATORI-logo-2013Roma, 3 Febbraio 2014 – La Rete degli Spettatori ha annunciato oggi alla Casa del Cinema di Roma la nuova Selezione 2014. La Giuria, indicata dai 100autori, composta da cinque giornalisti e critici cinematografici – Fabio Ferzetti, Oscar Iarussi, Maurizio Porro, Roberto Silvestri e Boris Sollazzo – ha operato la nuova selezione 2014.

Valerio Jalongo, regista e Presidente della Rete degli Spettatori, dichiara in conferenza stampa: “La chiusura delle sale nei centri storici grandi e piccoli corrisponde ad una progressiva desertificazione e omologazione culturale che si avverte in maniera sempre più penosa in provincia, nelle periferie e nella scuola davanti a cui la politica è inerte da trent’anni”.

Fabio Ferzetti, critico de Il Messaggero, afferma che: “È di questi giorni il caso clamoroso, ma non isolato, del film Hannah Arendt di Margarethe Von Trotta che, malgrado l’enorme interesse del tema, i grandi incassi in patria, il nome della regista che non ha certo bisogna di presentazioni, il tam tam impetuoso su internet, il trionfo al Bari International Film Festival, è stato condannato a priori ad un’uscita semiclandestina di soli due giorni dovuta ad un mercato della distribuzione ormai senza regole e con sempre minori spazi”.

Boris Sollazzo, critico e giornalista, ribatte che: “In questi tempi di crisi e di disperazione non bisogna più aver paura e non basta più limitarsi al vittimismo. Spesso produttori, registi e distributori non raccontano i ricatti che subiscono e non raccontando se ne rendono complici. Bisogna abbattere questo sistema, squarciare il muro dell’omertà e dell’indifferenza, facendo in modo che i film vengano visti comunque, magari organizzando proiezioni abusive”.

La Giuria ha selezionato i film in due diverse sezioni: la prima, 14 film di finzione e 7 documentari, indirizzata alle sale cinematografiche e la seconda, di 18 opere, che a suo giudizio, esprimono valori sociali, artistici, culturali e storici che li rendono adatti all’incontro e all’approfondimento degli studenti delle scuole superiori sul territorio nazionale.

Film di finzione selezionati dalla Giuria:
“Come il vento” di Marco Simon Puccioni; “L’arte della felicità” di Alessandro Rak; “La prima neve” di Andrea Segre; “Il venditore di medicine” di Antonio Morabito; “Miele” di Valeria Golino; “Piccola patria” di Alessandro Rossetto; “Salvo” di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza; “Sangue” di Pippo Delbono; “Un castello in Italia” di Valeria Bruni Tedeschi; “Via Castellana Bandiera” di Emma Dante; “Viaggio sola” di Maria Sole Tognazzi; “Viva la libertà” di Roberto Andò; “Zoran, il mio nipote scemo” di Matteo Oleotto; “La mia classe” di Daniele Gaglianone.

Documentari selezionati dalla Giuria:
“Che strano chiamarsi Federico” di Ettore Scola; “Indebito” di Andrea Segre; “Le cose belle” di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno; “Materia oscura” di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti; “Pays barbare” di Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi; “Sacro GRA” di Gianfranco Rosi; “L’amministratore” di Vincenzo Marra.

I criteri di scelta – concordati con l’associazione 100autori – sono stati:
• Film prodotti, usciti in sala o presentati a festival da novembre 2012 a novembre 2013.
• Film distribuiti in sala con un numero di copie non superiore alle 150.
• Opere di qualità che si prestino a rappresentare diverse caratteristiche e identità del nostro paese.
• Opere che non abbiano goduto di distribuzione adeguata, e che a giudizio della commissione non abbiano sfruttato appieno il loro potenziale.

Quest’anno la Rete degli Spettatori ha coinvolto nella selezione 4 festival: FilmMaker, Festival dei Popoli, Festival di Torino e ViaEmiliaDoc.
Alla giuria dei critici, si sono affiancati quattro dei migliori festival del panorama italiano, da sempre qualificati “osservatori” della produzione indipendente – Festival dei Popoli, Festival di Torino, FilmMaker e ViaEmiliaDoc – che aggiungono 4 titoli alla Selezione 2014:
“Dal Profondo” di Valentina Pedicini; “El impenetrabile” di Daniele Incalcaterra e Fausta Quattrini; “Smettere di fumare fumando” di Gipi; “Stop the Pounding Heart” di Roberto Minervini.

Gli obiettivi principali della Rete degli Spettatori sono:
• Realizzazione di nuovi canali e modalità di diffusione in grado di dare maggiore spazio a quelle opere cinematografiche che circolano in modo inadeguato rispetto alla loro qualità.
• Alfabetizzazione al linguaggio audiovisivo e diffusione di film e documentari italiani di qualità.
• Le scuole. La Rete degli Spettatori si prefigge di dare ai ragazzi partecipanti alle proiezioni/incontri un ruolo più attivo. Attraverso recensioni e video, essi daranno voce alla loro esperienza di spettatori. Con i laboratori nelle scuole la Rete degli Spettatori vuole contribuire a creare una nuova generazione di spettatori più critici e consapevoli, che rappresentino il futuro delle sale italiane.

Il progetto della Rete degli Spettatori si avvale di un portale, www.retedeglispettatori.it, dove è possibile seguire il calendario delle proiezioni, nonché scaricare dei materiali extra riferiti ai film selezionati: interviste agli autori, riprese di presentazioni pubbliche, backstage, schede di approfondimento critico, pressbook, fotografie, trailer.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here