Home Articoli “La spia” con Philip Seymour Hoffman nelle sale italiane il 30 ottobre

“La spia” con Philip Seymour Hoffman nelle sale italiane il 30 ottobre

366
0
CONDIVIDI

La-spia-A-most-wanted-man-Philip-Seymour-Hoffman-3773Arriva nelle sale italiane il 30 ottobre 2014 con Notorious Pictures “La spia – A most wanted man”, la spy story tratta dal romanzo di John Le Carrè “Yssa il buono” e diretta dall’affermato fotografo e regista Anton Corbijn (Control; The American).

La pellicola vede l’ultima preziosa apparizione da protagonista sul grande schermo dello straordinario Premio Oscar Philip Seymour Hoffman, che interpreta il ruolo dell’agente anti-terroristico Günther Bachmann.

Nel cast, oltre ad Hoffman, anche Willem Dafoe, Rachel McAdams, Daniel Brühl, Nina Hoss, Robin Wright e Grigoriy Dobrygin.

Ambientato e girato nella Germania contemporanea, tra Amburgo e Berlino, “La spia” è un thriller che mescola i toni concitati dell’action a quelli più intimi e soffusi della storia d’amore. Si avvale della regia dinamica e visionaria di Corbijn, regista celebre, oltre che per il cinema, per i suoi videoclip musicali dall’intensa evocatività; sfrutta al massimo le eccezionali doti interpretative di Philip Seymour Hoffman, che è fulcro della vicenda e personaggio fondamentale intorno a cui ruota tutto il resto del cast.

Pur essendo una storia di finzione, inoltre, il film indaga il dramma del terrorismo internazionale, fenomeno che negli ultimi decenni ha intaccato in modo irreversibile le abitudini e il pensiero occidentale, tanto da diventare indagine autentica sulla paura dell’altro e specchio della società contemporanea.

Anton Corbijn su Philip Seymour Hoffman: “Non saprei da che parte iniziare quando penso a ciò che ci ha lasciato in eredità, che è immenso sia per portata che per profondità… Era il miglior caratterista che io riesca a immaginare. La sua forza consisteva in un’immersione totale nel ruolo ed in una completa assenza di vanità. Al contempo, odiava ciò che amava, che era la sua maledizione – si faceva a pezzi per le sue interpretazioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here