Home Articoli 01 Distribution/Rai Cinema: un po’ di numeri, presentato il Listino 2015-2016

01 Distribution/Rai Cinema: un po’ di numeri, presentato il Listino 2015-2016

CONDIVIDI

Da Tarantino a Pieraccioni, sono ben 28 i film nel Listino 2015-2016

listino-2015-2016-01-distribution-rai-cinema

Roma, 22 Giugno 2015 – Presentato questa mattina a Roma il Listino di 01 Distribution 2015-2016 con ben 28 film in programma. Presenti oggi alla Casa del Cinema come “testimonial” della presentazione della prossima stagione cinematografica targata 01, Paola Cortellesi, Massimiliano Bruno, Luca Argentero, Enrico Brignano e il regista Alessio Maria Federici. In sala anche Luigi Gubitosi, Direttore Generale Rai, e Paolo Del Brocco, Amministratore Delegato di Rai Cinema.

Sei in totale le opere prime e seconde: “In guerra per amore” di Pierfrancesco Diliberto (Pif), “Un paese quasi perfetto” di Massimo Gaudioso, “Suburra” di Stefano Sollima, “Smetto quando voglio 2” di Sydney Sibilia, “Alaska” di Claudio Cupellini e “Poli Opposti” di Max Croci (con Luca Argentero).

Per il cinema d’autore: “Sangue del mio sangue” di Marco Bellocchio, “Non ti avevo visto bene” di Cristina Comencini, “Le confessioni” di Roberto Andò (cast internazionale, con Toni Servillo, Daniel Auteuil e Lambert Wilson), “La Corrispondenza” di Giuseppe Tornatore (per la prima volta con 01, e film internazionale con Jeremy Irons e Olga Kurylenko), “La pazza gioia” di Paolo Virzì (con Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti), “Rosso Istanbul” di Ferzan Ozpetek e “Padri e Figlie” di Gabriele Muccino (con Russell Crowe).

Per la commedia: “Il professor Cenerentolo” di Leonardo Pieraccioni (in uscita il 10 Dicembre), “Io che amo solo te” di Marco Ponti, “Non c’è più religione” di Luca Miniero, “Tutte lo vogliono” di Alessio Maria Federici (con Enrico Brignano e Vanessa Incontrada), “Gli ultimi saranno gli ultimi” di Massimiliano Bruno (con Paola Cortellesi) e i nuovi film, ancora senza titolo, di Antonio Albanese e Alessandro Siani.

Film internazionali: “The Hateful Eight” di Quentin Tarantino, “Silence” di Martin Scorsese, “Sicario” di Denis Villeneuve, “Tulip Fever” di Justin Chadwick (con Christoph Waltz), “Legend” di Brian Helgeland con Tom Hardy, “Tutto può accadere a Broadway” di Peter Bogdanovich (con Owen Wilson e Jennifer Aniston), “Adam Jones” di John Wells (con Bradley Cooper) e “Southpaw” di Antonie Fuqua (con Jake Gyllenhaal).

_______________________________________________________________________

01 DISTRIBUTION
Un po’ di numeri

01-Distribution-Nuovo-Logo-2015

01 Distribution oggi è la prima realtà distributiva italiana e mediamente il terzo distributore del Paese. Nel 2014 la quota di mercato è stata del 13.5% circa, per un incasso complessivo di 76 milioni di Euro, dietro colossi come Warner e Universal che aggregano nei loro listini i titoli di Sony, Filmauro e Paramount. Oggi, a giugno 2015, la quota di mercato è del 12.5%.

Risultati raggiunti con un listino composto prevalentemente da film italiani (l’80% dei titoli nel 2014) di cui molti d’autore. Se si prende in considerazione l’incasso solo del cinema italiano, la quota di mercato oscilla mediamente negli ultimi anni tra il 35 e il 40%.

La percentuale di titoli italiani nel listino 01 è cresciuta negli anni: nel 2002 più della metà del listino era composto da film stranieri, nel 2014 le opere italiane erano più dell’80%.

Oggi Rai Cinema contribuisce a realizzare oltre 50 film l’anno (nei primi anni di vita della società erano 15/20). Parte di questi compare nel listino 01, un’altra parte arriva nelle sale grazie ad altri distributori come Lucky Red, Bim, Fandango, Eagle Pictures, Good Films, Teodora, Bolero, Officine Ubu, Microcinema, Cinecittà Luce. Questo significa aprire il mercato e dare opportunità anche ad altri distributori.

Negli ultimi anni c’è stato un incremento nella produzione di film, reso possibile aumentando il budget d’investimento destinato alla produzione e riducendo in modo forte quello dedicato all’acquisizione dei diritti di film stranieri per la sala. Un confronto: nel 2004 si investiva nel cinema di produzione una cifra di circa 30 milioni di Euro, nel 2014 si è arrivati a investirne 60, e nel 2015 65 milioni di Euro.

Nel biennio 2014-2015 Rai Cinema ha contribuito a realizzare 115 film per un investimento complessivo di oltre 135 milioni di Euro. Di questi, 45 film tra opere prime e seconde, 70 documentari (con un investimento complessivo di 4 milioni di Euro).

Rai Cinema ha collaborato con 100 società di produzione e 150 registi.

L’attuale meccanismo d’investimento e d’intervento che Rai adotta nel cinema non sarebbe possibile senza una gestione integrata di tutta la filiera – per altro gestita negli interessi dei produttori indipendenti – che altrimenti si trasformerebbe in un mero investimento a pioggia. 01 Distribution non è dunque solo parte integrante della strategia di intervento sul settore cinema, ma ne rappresenta il fattore critico di successo perché garantisce un presidio integrato su tutti i canali di intervento.

La linea 01 è improntata su una forte differenziazione di storie, generi cinematografici e linguaggi narrativi, con l’obiettivo di incontrare i gusti di tanti pubblici diversi, in molti casi complementari a quello televisivo, senza escludere nessuno. Anche nel listino 2015 c’è un giusto mix di film d’autore, opere prime e seconde, commedie popolari e film internazionali.

_______________________________________________________________________

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here