Home Articoli L’Associazione 100autori difende la serie “Rocco Schiavone”

L’Associazione 100autori difende la serie “Rocco Schiavone”

CONDIVIDI

Rocco-Schiavone-Marco-Giallini-2016

E’ stata annunciata nei giorni scorsi la presentazione di un’interrogazione parlamentare, sottoscritta da Carlo Giovanardi e Gaetano Quagliariello a seguito delle feroci critiche da parte di Maurizio Gasparri, contro “Rocco Schiavone” – la serie incentrata sul personaggio creato da Antonio Manzini, e portato sul piccolo schermo dal regista Michele Soavi, con la sceneggiatura di Eleonora Fiorini, Maurizio Careddu e dello stesso Manzini – colpevole di rappresentare un modello sbagliato di poliziotto.

L’Associazione 100autori ritiene inaccettabile questa sconcertante ingerenza che limita il racconto della vita dei personaggi e viola la libertà di espressione artistica che è alla base del mestiere di chi fa cinema e televisione in Italia.

“Rocco Schiavone” è una fiction di grande qualità, sia nella scrittura che nella realizzazione, e dimostra che i nuovi linguaggi sanno parlare e intercettare il grande pubblico, come testimonia il grandissimo successo che ha visto Rai 2, rete che finalmente ospita progetti seriali italiani, chiudere la fascia del prime time negli ascolti come prima rete.

100autori ritiene che garantire agli autori il diritto di proporre nuove storie, nuove idee e un nuovo sguardo per raccontare il nostro paese, sia l’unico modo per far crescere l’industria dell’audiovisivo, dove ogni spettatore possa ancora essere spiazzato, stupito, scoprire quello che non conosce e anche poter prendere le distanze da modelli di comportamento che non condivide, proprio perché ha la possibilità di vederli rappresentati.

2 Commenti

  1. Ma che pensino a governare con onestà il paese a dar lavoro, case, dignità ai malati, istruzione, a togliere il precariato a ridursi lo stipendio e i vitalizi invece che far interrogazioni parlamentari su un Telefilm (tra l’altro bellissimo) ma cose dell’altro mondo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here