Home Articoli Pesce, Chiesa, Menchi e Delli Colli ospiti della quinta puntata di Splendor,...

Pesce, Chiesa, Menchi e Delli Colli ospiti della quinta puntata di Splendor, in onda su Iris venerdì

CONDIVIDI

edoardo-pesce-splendor-03

Torna venerdì 24 marzo alle 23.30 su Iris, per il quinto appuntamento di questa nuova edizione, Splendor – Suoni e visioni, programma d’intrattenimento culturale e cinematografico condotto dal critico cinematografico Mario Sesti, accompagnato per questo nuovo appuntamento da Edoardo Pesce, dal regista Guido Chiesa e la giovane youtuber Greta Menchi ed, infine, da Laura Delli Colli, presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici (SNGCI). La puntata andrà inoltre in replica sabato su MyMovies Live.

Edoardo Pesce sarà a breve tra i protagonisti di due attesi film italiani: Fortunata di Sergio Castellito e La verità vi spiego sull’amore di Max Croci. Personaggi differenti per lui che proprio dieci anni fa, nel 2007, esordì in tv prima, in Un medico in famiglia, e al cinema dopo, nel cortometraggio I colpevoli. “Per Sergio (Castellitto) sono un padre patriarca e frustrato, è una pellicola che potrei definire neo pasoliniana che racconta di una situazione periferica, anche dal punto di vista sociale, con questa madre (interpretata da Jasmine Trinca) che ricorda tanto Anna Magnani”. Nel film diretto da Croci, ispirato al libro omonimo e al blog di successo TiAsmo, Pesce è un insolito babysitter: “sono tato, poeta, bidella, un personaggio multitasking, completamente differente dall’altro e trasversale, come del resto sono nella quotidianità”.

CLASSE-Z-ZETA-GUIDO-CHIESA-2016-2017-2

Arriva al cinema il 30 marzo Classe Z, definito dal regista Guido Chiesa “un attimo fuggente in acido”, perché in alcune parti vuole ricordare e celebrare la celebre pellicola di Peter Weir, con Robin Williams nei panni del Professor Keating. “C’è un maestro, anche nel nostro caso, che è dalla parte degli studenti, schierato al loro fianco per difendere ideali e soprattutto le loro personalità, grazie al suo aiuto riusciranno a superare il grosso limite imposto dall’individualismo”, ha spiegato Chiesa che in Classe Z racconta di una classe particolarmente atipica, composta da giovani individui problematici riuniti in una sezione creata appositamente per loro. Tra le protagoniste anche Greta Menchi, tra le youtuber più celebri in Italia, che interpreta l’allieva vittima della moda: “I personaggi del film sono reali, come sullo schermo noi giovani siamo distratti e poi si è creata questa smania di condivisione, si ha la sensazione che se non condividiamo quello che ci accade c’è quasi il rischio di non aver vissuto quei momenti”.

In attesa di conoscere i vincitori dei Nastri d’Argento 2017, Laura Delli Colli, presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici (SNGCI) che assegna questi storici premi cinematografici italiani, ci ha raccontato di aver ereditato, in un certo senso, naturalmente questo incarico: “sono nata in una famiglia di cinema, quando ero piccola sentivo parlare di questi Nastri, di questi riconoscimenti ambiti e poi nella vita sono arrivata al giornalismo cinematografico e poi alla presidenza del sindacato. Quando mi sono ritrovata tra le mani proprio i Nastri sentivo una grande responsabilità. È uno dei più antichi premi cinematografici, secondo per anzianità ai premi Oscar”. In questi anni Laura Delli Colli ha notato che i Nastri: “sono molto attesi e amati dal cinema italiano, probabilmente anche per i nomi celebri che accompagnano la nostra storia: Visconti, Fellini, Soldati, Germi e Antonioni, quest’ultimo è stato uno dei fondatori del sindacato”.

LAURA-DELLI-COLLI-3983

 

 

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here