Home Articoli “Il Compleanno di Alice” in onda il 29 maggio su Studio Universal,...

“Il Compleanno di Alice” in onda il 29 maggio su Studio Universal, corto sul bullismo diretto da Maria Grazia Cucinotta

CONDIVIDI

il-compleanno-alice-cortometraggio-diretto-da-maria-grazia-cucinotta-2017

Andrà in onda su Studio Universal (Mediaset Premium DT) lunedì 29 maggio alle 20.40 “Il Compleanno di Alice”, cortometraggio sul bullismo diretto da Maria Grazia Cucinotta.

Sinossi. Alice subisce continue angherie da parte dei bulli della sua scuola, che approfittano della sua timidezza; la mamma e il papà sono troppo presi dal lavoro e ignorano i segnali di malessere lanciati dalla ragazzina; ma Alice sogna ancora una bellissima festa di compleanno…con tanti amici, giochi e una torta di compleanno da favola.

Cast e personaggi: Anna Mariano (Alice), Mingo De Pasquale (papà Alice), Luisa Moscato (mamma Alice), Giustina Buonomo (nonna Alice), Felice Altomare (nonno Alice)

Regia: Maria Grazia Cucinotta. Soggetto e sceneggiatura: Giovanna Cucinotta. Fotografia: Luca La Volpa. Scenografia: Pierluigi Bosna. Montaggio: Giuliana Sarli. Musiche: Cinzia Gangarella, Giovanna Cucinotta. Costumi: Sabrina Beretta. Produttori: Giulio Violati, Corrado Azzolini. Produzione: Draka Production. Produttore associato: Seven Dreams Productions. Produttore esecutivo: Corrado Azzolini per Draka Production. Distribuzione: Studio Universal.

Note di regia, Maria Grazia Cucinotta:  “’Il Compleanno di Alice’ affronta, attraverso lo sguardo della giovane protagonista, il tema del bullismo, una problematica sociale che conta sempre più vittime. Sono tantissimi i ragazzi che ogni giorno subiscono violenze tra le mura scolastiche. Gli insulti e le offese rimangono come un marchio indelebile sulla pelle. Un’aggressione a tutti gli effetti anche se i lividi non si vedono, con conseguenze gravissime sia su chi la subisce che su chi la attua. Chi è bullo da ragazzo, rischia di diventare pericoloso e violento anche da adulto. Chi è vittima di bullismo porterà i segni di quelle violenze per tutta la vita, come cicatrici invisibili. Per combattere il bullismo è necessario rompere il silenzio che circonda le vittime e le isola, uccidendo ogni speranza. Spetta a noi genitori e agli insegnanti, il compito di infondere fiducia e trasmettere il valore del rispetto reciproco. La scuola deve diventare una palestra di vita, in cui non siano i più ‘deboli’ a perdere, in cui non si usi più la violenza ma dove l’ascolto e la condivisione insegnino ad accettare e ad apprezzare la diversità”.

In onda su Studio Universal (Mediaset Premium DT) lunedì 29 maggio alle ore 20.40 all’interno del magazine “A noi piace corto”.

maria-grazia-cucinotta-2017

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here