Home Articoli Luca Argentero presenta “Copperman”, primo ciak a fine luglio a Spoleto

Luca Argentero presenta “Copperman”, primo ciak a fine luglio a Spoleto

CONDIVIDI

Ad un mese dall’avvio del primo ciak, Luca Argentero è arrivato a Spoleto per presentare “Copperman”, il prossimo lavoro in cui sarà protagonista insieme agli attori Galatea Ranzi, Antonia Truppo, Tommaso Ragno e Gianluca Gobbi, diretto da Eros Puglielli.

Una storia originale, singolare ma allo stesso tempo universale, capace di includere e mescolare armonicamente generi letterari e cinematografici diversi: dal dramma alla commedia, passando dal fantasy all’avventura.

“Copperman”, prodotto da Eliofilm con Rai CinemaNotorious Pictures, è la storia di un uomo che vive il sogno di un bambino, un sogno vissuto con tanta purezza da farci interrogare sulla sua realtà. È un racconto fiabesco, che non rappresenta la realtà, non lo vuole fare, vuole piuttosto evocare un immaginario ben più libero da schemi e costrizioni. Tutti ingredienti che, ruotando intorno ad una tematica come l’autismo, arrivano a lanciare uno straordinario messaggio: la forza per reagire alle difficoltà della vita. Una pellicola per raccontare come un elemento di diversità possa trasformarsi in un arricchimento. Un percorso in cui tutti possono rispecchiarsi.

“Un progetto che sfora nel mondo fantastico e non poteva essere girato che in un posto fantastico come Spoleto”, ha esordito la produttrice Caterina Carpinella. “Spoleto è una città da favola e questo film sull’autismo è sostanzialmente una favola. Una scelta fatta partendo dal concetto di luogo, per dare un’ambientazione al film di avere un posto del mondo, che lo si possa trasfigurare fino a farlo diventare universale, qualcosa che possa essere vissuto da tutti”.

Luca Argentero ha raccontato il suo legame con questa terra, tanto da comprare un casale nella zona di Città della Pieve: “Quando dico torno a casa, per me la mia casa è quella, anche se poi è vero che sono nato a Torino e ho casa anche lì. Tutto è iniziato con il lavoro, girando prima Carabinieri, proprio a Città della Pieve e poi Lezioni di Cioccolato 1 e 2 a Perugia e all’interno della Perugina, per cui ho poi scelto di vivere in Umbria. Oltre agli aspetti storici, artistici e paesaggistici sono molto felice di girare a Spoleto anche per quelli gastronomici…e se la troupe mangia bene si lavora anche meglio!”.

Riflettori quindi già accesi in attesa dell’avvio delle riprese, previsto per il 30 luglio, e che andranno avanti per sei settimane, tra il centro storico e la periferia della città. Sul set ci saranno ogni giorno una settantina di tecnici, con tante “maestranze” scelte sul posto. A stretto giro ci sarà il casting per la selezione delle comparse e dei piccoli ruoli.

“Copperman” uscirà nelle sale all’inizio del 2019, distribuito da Notorius Pictures.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here