Home Articoli “Il Nome della Rosa” su Rai 1 dal 4 marzo, serie evento...

“Il Nome della Rosa” su Rai 1 dal 4 marzo, serie evento con John Turturro e Rupert Everett

648
0
CONDIVIDI

Al via “Il Nome della Rosa”, serie evento in quattro serate su Rai 1 in prima visione da lunedì 4 marzo alle 21.25.

Il kolossal tv, girato in gran parte nei teatri di Cinecittà, offre al pubblico una nuova versione del bestseller dello scrittore Umberto Eco, edito da Bompiani. Con 55 milioni di copie vendute per il libro e vendite internazionali planetarie per la serie che andrà in onda in 133 Paesi e anche sui canali della BBC in prima serata.

Fanno parte del cast John Turturro, Rupert Everett, Damian Hardung, Fabrizio Bentivoglio, Greta ScaranoRichard Sammel, Stefano Fresi, Roberto HerlitzkaAntonia FotarasAlessio Boni, Maurizio LombardiSebastian Koch, James Cosmo Michael Emerson.

Una coproduzione 11 Marzo Film, Palomar, con Tele München Group in collaborazione con Rai Fiction. Prodotta da Matteo LeviCarlo Degli EspostiNicola Serra. Una serie diretta da Giacomo Battiato.

“Il Nome della Rosa – dichiara Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction – è un progetto dal respiro globale, basato sul nostro patrimonio culturale, letterario, artistico e sul talento italiano. La serie, venduta in 130 Paesi, ha sulla Rai la sua anteprima mondiale. È un progetto che si avvale del meglio delle nostre risorse artistiche e produttive, girato negli storici studi di Cinecittà. È l’emblema del Made in Italy capace di unire lavoro italiano e grandi star internazionali”.

“Il successo de Il Nome della Rosa è fondamentale proprio per la sua complessità – dichiara Carlo Degli Esposti, produttore di Palomar – Quando mi hanno proposto il progetto, sono andato a Bologna per cercare il volume che avevo letto 35 anni prima. Sono ripartito da quel libro”.

“Il Nome della Rosa – dichiara il regista Giacomo Battiato – è una serie internazionale diversa da tutte le altre, perché racconta la nostra storia e la nostra cultura. Spero che sia un fiore all’occhiello italiano”.

“È stato un privilegio essere scelto da un regista italiano – dichiara John Turturro – È stata una grande esperienza lavorare su un romanzo fondamentale per la letteratura mondiale. È importante per me imparare sempre qualcosa dai progetti a cui lavoro, come è stato con Il Nome della Rosa”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here