Home Articoli Bond 25: Rami Malek sul suo personaggio, “avrei rinunciato al film se...

Bond 25: Rami Malek sul suo personaggio, “avrei rinunciato al film se fosse stato un terrorista religioso”

484
0
CONDIVIDI
L’attore premio Oscar spiega perché ha accettato il ruolo

Rami Malek ha accettato il ruolo del terrorista in “Bond 25” solo perché le motivazioni del suo personaggio non hanno nulla a che fare con la religione. L’attore premio Oscar ha spiegato di aver stabilito una regola con il regista Cary Fukunaga prima di accettare il ruolo del villain nel venticinquesimo episodio della famosa serie cinematografica che ha per protagonista l’agente del servizio segreto britannico James Bond, creato nel 1953 dallo scrittore Ian Fleming.

“Si tratta un grande personaggio e sono molto entusiasta – ha detto Rami Malek – Ma quella era una cosa che ho discusso con Cary. Ho detto: ‘Non possiamo identificarlo con alcun atto di terrorismo che rifletta un’ideologia o una religione. Non è qualcosa che voglio interpretare, quindi se è per questo che sono una tua scelta, allora non contare su di me’. Ma chiaramente non era la sua visione. Quindi si tratta di un genere molto diverso di terrorista. È un altro script estremamente intelligente da parte di persone che hanno capito esattamente cosa vuole vedere il pubblico in quei film. Ma sento un peso sostanziale sulle mie spalle. Voglio dire, Bond è qualcosa con cui tutti siamo cresciuti”.

Nel nuovo film ad interpretare l’agente dell’MI6 sarà, per la quinta volta, l’attore Daniel Craig. Nel cast anche Naomie Harris, Lèa Seydoux, Ralph Fiennes e Ben Whishaw.

“Bond 25” arriverà nelle sale nel 2020.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here