Home Eventi Alla Mostra di Pesaro 2011 un potente documentario girato a Calais

Alla Mostra di Pesaro 2011 un potente documentario girato a Calais

247
0
CONDIVIDI

Pesaro, 21 giugno – Alla Mostra Internazionale del Nuovo Cinema (19-27 giugno), anche oggi l’omaggio al trio di registi russi Antoine Cattin, Pavel Kostomarov e Aleksandr Rastorguev con “Trasformator e Mirnaja Zizn” a cui seguiranno, due opere delle cineasta Marina Razbezkina.

Due i film in concorso, dalla Germania Lawrence Tooley presenta “Headshots” e dalla Francia “Qu’ils reposent en révolte (Des figures de guerres)”, diretto da Sylvain George, un’importante testimonianza da un luogo di confine, quale è per gli immigrati di oggi, Calais. L’occhio di Sylvain George li segue con partecipazione e rabbia, registrando i loro gesti che cercano di essere normali e dignitosi, pur vivendo in una situazione degenerata. Il suo è un potente documentario d’osservazione girato a Calais, punto strategico di passaggio per i migranti.

L’esaustiva panoramica che Pesaro dedica alla filmografia di Bernardo Bertolucci, ha regalato nella giornata odierna, a partire dalle ore 10.30 al Teatro Sperimentale, la visione de “La salute è malata” del 1971 documentario in forma d’inchiesta che torna, per primo, in una delle borgate dove era stato girato “Accattone”, poi ci porta in una sezione romana del PCI, e infine in alcuni reparti dell’ospedale San Camillo. A seguire il film sulla contestazione “Partner” del 1968 e “La luna” del 1979.

Per info: www.pesarofilmfest.it

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here