Home Eventi La Milanesiana 2011: Aleksandr Sokurov, una lunga notte con il regista russo

La Milanesiana 2011: Aleksandr Sokurov, una lunga notte con il regista russo

CONDIVIDI

Si svolgeranno in Sala Buzzati, sabato 9 luglio, alle ore 13.00 e a seguire alle ore 15.00 con un’anteprima assoluta e una lunga notte, due appuntamenti con il cinema del maestro Aleksandr Sokurov, imperdibili per il pubblico attento de La Milanesiana.

“Immagini e verità della storia” è il soggetto affidato ai documentari del regista e sceneggiatore russo nell’ultima giornata che vede protagonista la settima arte all’interno di questa XII edizione de La Milanesiana, dedicata a “Bugie e Verità”, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi, promossa dalla Provincia di Milano con il Comune di Milano, il sostegno della Regione Lombardia e organizzata dalla Fondazione I Pomeriggi Musicali/Teatro Dal Verme.

Alle ore 13.00, Aliona Shumakova ed Enrico Ghezzi introducono “Citaem blokadnuju knigu” (Reading Book of Blockade) (2009) di Aleksandr Sokurov, tratto dal libro omonimo di Danil Granin e Ales Adamovich che negli anni Sessanta trascrissero le storie di alcuni sopravvissuti ai 900 giorni di assedio di Leningrado durante la Seconda Guerra Mondiale. Testimonianze dirette e drammatiche di incursioni, freddo e carestie patite. Sokurov riunisce in un unico luogo, un piccolo studio di registrazione, persone di età diversa e varia estrazione e professione. A ciascuno viene affidata la lettura di alcuni brani tratti da questo libro. Immersi nella immedesimazione, questi non-attori rivivono, facendolo proprio, il passato dei protagonisti delle storie cui danno voce. Fino a chiedersi come si possa sopravvivere ai soprusi della Storia conservando la propria dignità. Sokurov affronta una tra le pagine più dolorose del suo Paese annullando la distanza temporale tra la tragedia del passato e il ricordo crudo del presente con il suo cinema: un documento contro l’oblio.

Dalle ore 15.00, ci accompagnerà fino a una lunga notte la prima proiezione al mondo di “Leningrado. Retrovisione 1957 – 1990”. Della durata complessiva di 649 minuti circa, consegnata alla Rai nel 2009, è la versione restaurata e riveduta dal grande regista contemporaneo di “Leningradskaya retrospektiva 1957-1990” (A Retrospection of Leningrad 1957-1990), compilata da Aleksandr Sokurov. L’opera è composta da numerosi film di cronaca girati da vari registi dei cinestudi Lenfilm dal 1957 al 1990 su commissione dello Stato. Dei trentaquattro episodi, solo due sono girati da allievi di Sokurov nel 1988 e uno dal regista stesso nel 1990. Il progetto è strutturato in quindici puntate che ritraggono la vita della città, con un centinaio di soggetti protagonisti che la animano. Dell’infinita quantità di pellicola girata ogni anno dai registi documentaristi dei cinestudi di Leningrado, Sokurov seleziona due/tre film per ogni anno, cominciando il primoracconto dai festeggiamenti del Capodanno del 1957.

L’ultima notte de La Milanesiana 2011 è un invito a perdersi nell’opera-monumento del grande regista russo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here