Home Eventi Al Valle Occupato tre film sull’indignazione, a cura di Sesti e Mosca

Al Valle Occupato tre film sull’indignazione, a cura di Sesti e Mosca

CONDIVIDI

“Quello dell’indignazione è stato, per la cronaca, la società e la politica, il sentimento dominante dell’anno passato”, dice Mario Sesti che, insieme a Jacopo Mosca, ha ideato per il Teatro Valle Occupato di Roma un programma di tre film: dalla grande finanza americana all’olocausto dei delfini nelle baie giapponesi, dalla distruzione dell’economia islandese all’atroce morte di un ragazzo, Stefano Cucchi, nelle carceri italiane, dal dominio della rapacità e del sopruso a quello del profitto e dello sterminio, questi tre film documentari (che sono tanto documentari quanto film) raccontano questo pianeta con l’occhio del reporter d’assalto e la mano del filmaker capace di agguantare la nostra attenzione sin dal primo istante. Per non mollarla più.

E’ un cinema che sa parlare dell’indignazione senza indignarsi, che sa parlare di torti inaccettabili senza rancore e risentimento ma con lucidità spietata e passione contagiosa. 

I film sono introdotti da Mario Sesti e Jacopo Mosca.

Il ciclo dei tre film si è aperto lunedì 23 gennaio con “Inside Job” di Charles Ferguson. In programma ancora “The Cove” di Louie Psihoyos (giovedì 2 febbraio, ore 21) e “148 Stefano – I mostri dell’inerzia” di Maurizio Cartolano (lunedì 6 febbraio, ore 21).

Per maggiori informazioni: www.teatrovalleoccupato.it

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here