Home Eventi “Conoscere, partecipare, decidere”, il Nuovo IMAIE fa tappa a Bologna

“Conoscere, partecipare, decidere”, il Nuovo IMAIE fa tappa a Bologna

CONDIVIDI

L’incontro, patrocinato dal comune di Bologna, è la quarta tappa di un tour informativo promosso dal Nuovo IMAIE con l’obiettivo di incontrare gli artisti e stimolare un confronto sul futuro dei loro diritti

Dopo gli incontri realizzati a Roma, Bari, Napoli e Milano, nei mesi scorsi, il tour informativo promosso dal Nuovo IMAIE – l’Istituto che tutela i diritti degli Artisti Interpreti o Esecutori – fa tappa anche a Bologna.

L’appuntamento, che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Bologna, si terrà il prossimo martedì 27 marzo, alle ore 14.30, presso la Sala della Cappella Farnese di Palazzo d’Accursio, in Piazza Maggiore.

L’incontro con gli artisti, dal titolo: “Conoscere, partecipare, decidere”, sarà l’occasione per condividere le nuove prospettive e i risultati che stanno segnando la crescita dell’Istituto, al fine di far conoscere le sue attività, partecipare attivamente al suo consolidamento e confrontarsi sul futuro dei diritti connessi.

Saranno presenti all’incontro, oltre a numerosi artisti e alle associazioni audiovisive e musicali che raggruppano gli interpreti esecutori italiani, il Presidente del Nuovo IMAIE, Andrea Miccichè e il Direttore Generale, Maila Sansaini; il Presidente di Note Legali, Andrea Marco Ricci e il Presidente di AudioCoop, Giordano Sangiorgi.

“E’ un appuntamento per noi molto importante – spiega Miccichè – perché incontrare gli artisti e confrontarci con loro, ci dà l’opportunità di spiegare meglio chi siamo, cosa facciamo e quali vantaggi e tutele possiamo garantire attraverso il consueto svolgimento delle nostre attività”.

“Il nostro ente – conclude il Presidente Miccichè – ha adottato, già da diversi mesi, nuove modalità, più veloci e trasparenti, per il pagamento dei diritti connessi agli artisti. Infatti, oggi, tutti possono, da casa, mediante un semplice collegamento via internet al sito dell’istituto, conoscere con esattezza quanto hanno maturato per ogni opera cui hanno preso parte. Non solo: sullo stesso sito è possibile assistere a tutte le riunioni dell’attuale comitato consultivo e conoscere le motivazioni di ogni decisione. Infine, abbiamo costituito una grande banca dati che consente pagamenti puntuali e messo in moto un procedimento molto più rapido di ripartizione dei compensi. L’obiettivo di garantire il massimo dell’efficienza, offrendo la massima trasparenza, è stato, quindi, raggiunto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here