Home Eventi “Diverso da chi? Cinema sulla disabilità”: Hella Wenders al De Seta di...

“Diverso da chi? Cinema sulla disabilità”: Hella Wenders al De Seta di Palermo per Goethe-Institut

CONDIVIDI

Con la proiezione in anteprima di “Berg Fidel – Una scuola per tutti”, (Germania 2012, documentario, 87’) della regista Hella Wenders, si conclude a Palermo, martedì 26 marzo 2013 alle 18.30 al Cinema De Seta, la rassegna cinematografica “Diverso da chi? Cinema sulla disabilità”, ideata dal Goethe-Institut per proporre all’attenzione del pubblico un tema ancora difficile e controverso come quello della disabilità e dell’inclusione.
La regista tedesca sarà presente a Palermo per presentare l’anteprima italiana del film e introdurne al pubblico la visione.

“Berg Fidel – Una scuola per tutti” (titolo origiginale “Berg Fidel – Eine Schule für alle”) è stato girato in Germania nell’arco di quattro anni, in una scuola elementare, modello di inclusività, frequentata per il 70 per cento da studenti stranieri provenienti da circa trenta nazioni diverse. Il film è un viaggio nel labirintico ed iper-selettivo sistema scolastico tedesco e soprattutto nella vita di quattro bambini, ciascuno a suo modo “diverso”; Hella Wenders gli dà voce per raccontarsi, senza il filtro degli insegnanti né dei genitori. Un film “politico” e toccante che ha già ottenuto in Germania l’attenzione della critica e del pubblico e che è stato premiato come “miglior documentario” al Kinofest Lünen di Münster.

Il film sarà presentato in lingua originale con sottotitoli in italiano. Ingresso libero.

A conclusione della rassegna “Diverso da chi?”, lunedì 8 aprile 2013, a Palazzo Chiaramonte Steri, il Goethe-Institut Palermo, su iniziativa del Console onorario della Germania a Palermo e in collaborazione con l’Università di Palermo e la cooperativa sociale Il canto di Los proporrà, sempre sui temi della disabilità, una tavola rotonda e un seminario di riflessione e comparazione con le scelte di un Paese a welfare avanzato come la Germania.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here