Home Eventi “L’arte della felicità” di Alessandro Rak apre la Settimana della Critica 2013

“L’arte della felicità” di Alessandro Rak apre la Settimana della Critica 2013

CONDIVIDI

L’opera prima di Alessandro Rak, “L’arte della felicità”, nata dall’officina creativa Mad Entertainment e distribuita da Luce Cinecittà, è l’evento speciale di apertura della 28° Settimana Internazionale della Critica nell’ambito della 70. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Il film d’animazione – con le voci di Leandro Amato (Sergio), Nando Paone (Alfredo), Riccardo Polizzy Carbonelli (Speaker radiofonico), Renato Carpentieri (Zio Luciano), Jun Ichikawa (Antonia), Lucio Allocca (Padre di Sergio e Alfredo) e Patrizia Di Martino (Erika) – è ambientato tra i presagi apocalittici di una Napoli plumbea e all’apice del suo degrado.

“L’arte della felicità” è prodotto dalla Big Sur di Luciano Stella in collaborazione con Mad Entertainment, Rai Cinema e Istituto Luce Cinecittà, in associazione con Aleteia Communication e Romagnosi 2000.

Sinossi
Sotto un cielo plumbeo, tra i presagi apocalittici di una Napoli all’apice del suo degrado, Sergio, un tassista, riceve una notizia che lo sconvolge. Niente potrà più essere come prima.
Ora Sergio si guarda allo specchio e quello che vede è un uomo di quarant’anni, che ha voltato le spalle alla musica e si è perso nel limbo della sua città.
Il taxi diviene il microcosmo in cui si rinchiude per fuggire al suo mondo, ma dentro cui il mondo entra ed esce attraverso i suoi passeggeri.
Mentre fuori imperversa la tempesta, l’auto comincia così ad affollarsi di ricordi, di speranze, di rimpianti, di nuove occasioni.
Ora sa chi sono i passeggeri: sono anime, fantasmi, memorie, strade. Oppure sono messaggeri di un sole che nasce altrove e portano con sè la rivelazione di ciò che è oltre il confine del proprio parabrezza.
Prima o poi la pioggia smetterà di cadere ed il cielo si aprirà.
E da lì verrà la fine. O tornerà la musica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here