Home Eventi OLDCinema Trentino 2013: riaprono due cinema centenari per la kermesse sulle sale...

OLDCinema Trentino 2013: riaprono due cinema centenari per la kermesse sulle sale perdute

CONDIVIDI

Francesco Rosi, Pupi Avati, Giuliano Montaldo, Silvano Agosti, Morando Morandini e Walter Veltroni sono i protagonisti, accanto a start up e cinema resistenti

Davvero tutti cinema chiuderanno nel nostro secolo? Old Cinema, il network dei cinema perduti riapre gli ex cinema Impero e Iris ad Arco, magnifiche sale in stile liberty del 1912 e del 1948 ad Arco (TN), per il suo secondo evento nazionale in Trentino, dal 20 al 29 settembre 2013, già annunciato alla 70. Mostra del Cinema di Venezia. Una full immersion di film, documentari, mostre e incontri, per respirare il profumo delle vecchie sale e riflettere sul loro futuro, tra magia del passato e web 2.0. E proporre un modello-pilota di nuove riaperture.

L’affascinante “set”, con la falesia trentina sullo sfondo, resta quello dell’edizione 2012 con Giuseppe Tornatore: gli old cinemas Impero e Iris ad Arco (TN), che un tempo furono concorrenti e che si trovano ai due lati del Casinò municipale. Altri eventi e proiezioni si tengono poi al MAG – Museo Alto Garda-Galleria civica Segantini di Arco e nel Conservatorio di Riva del Garda. Gli appuntamenti sono tutti a ingresso libero.

La manifestazione, ideata dalle fondatrici di Old Cinema – la fotoreporter Ambra Craighero e la cultural manager Roberta Bonazza – è promossa da enti locali, circuiti turistici e sponsor privati. Accanto alla carrellata di ospiti, che in questa edizione sono Pupi Avati, Giuliano Montaldo e Silvano Agosti, oltre a Morando Morandini e Walter Veltroni, e (in un video esclusivo) Francesco Rosi, è marcata quest’anno l’impronta di laboratorio e tavola rotonda, insieme ad alcuni cinema “resistenti” di Roma, Padova e Milano e alla start up partner Myffy che intende innovare le sale con una smart platform per la fruizione on demand.

La kermesse apre venerdì 20 settembre con la mostra “Cinema amore mio!” e la conversazione “Indipendente”. Il weekend successivo, da venerdì 27 a domenica 29 settembre, in programma numerosi eventi, tra cui l’Omaggio a Francesco Rosi e l’incontro-intervista “La fabbrica dei sogni. Quarant’anni di cinema secondo Pupi Avati”. In chiusura, domenica 29 settembre, il regista Giuliano Montaldo incontra lo storico del cinema Morando Morandini.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here