Home Eventi Le Quattro Giornate del Cinema di Napoli: a “Solo chiudere gli occhi”...

Le Quattro Giornate del Cinema di Napoli: a “Solo chiudere gli occhi” il premio Script per la Migliore Sceneggiatura

CONDIVIDI

 

 

Napoli, 28 Ottobre 2013 – “Solo chiudere gli occhi” di Massimo De Angelis ha vinto il premio Script per la Migliore Sceneggiatura del festival Le Quattro Giornate del Cinema di Napoli, che si è concluso ieri sera nel capoluogo partenopeo. E’ il premio più importante della manifestazione organizzata dalla FUIS, la Federazione Unitaria Scrittori Italiani di CGIL, CISL e UIL. La sceneggiatura infatti verrà prodotta nel 2014 e diventerà un film low budget di 200mila euro. Il lungometraggio, dedicato alla memoria di Vincenzo Cerami, verrà girato nella città di Napoli grazie al sostegno della FUIS, alla collaborazione del Comune di Napoli, della Regione Campania e della Film Commission Campania.

La giuria della sezione Script, composta da Fausto Brizzi, Steve Della Casa, Chiara Laudani, Miriam Mauti, Anna Pavignano e Gino Ventriglia, ha così motivato il premio per la migliore sceneggiatura: “Solo chiudere gli occhi ha vinto per la maturità di scrittura, la compiutezza drammaturgica e l’autenticità di ispirazione poetica, i dialoghi realistici e la narrazione per immagini che rendono i personaggi credibili. Napoli è metafora di un malessere universale, dove gli stereotipi diventano archetipi e il sogno capacità di speranza. La sceneggiatura, inoltre, mostra un grado di sviluppo adeguato all’immediata realizzazione cinematografica”.

Queste le opere vincitrici delle altre sezioni:

Premio per il miglior Videoclip: “Veng e patane” di Nello Giordano e Giuseppe Cicala.

Premio per la migliore Web Series: “Soma” di Malatesta film.

Premio per la migliore Animazione: “Body memory” di Ulo Pikkov.

Premio per il miglior Cortometraggio: “La legge di Jennifer” di Alessandro Capitani.

Premio per il miglior Documentario cortometraggio: “Settanta” di Pippo Mezzapesa.

Premio per il miglior Documentario lungometraggio: “I morti di Alos” di Daniele Atzeni.

Premio per il miglior Lungometraggio: “Benur – Un gladiatore in affitto” di Massimo Andrei.

Premio per la miglior Sceneggiatura di serie tv: “Radio YAM” di Gian Luca Castaldi e Vincenzo Cavallo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here