Home Eventi Lo Spiraglio 2014: Verdone premia Cannito, Dei e Stevanon

Lo Spiraglio 2014: Verdone premia Cannito, Dei e Stevanon

CONDIVIDI

carlo-verdone-765Si è conclusa la quarta edizione de Lo Spiraglio FilmFestival, evento di corti, lungometraggi e incontri sul tema della salute mentale e del disagio psichico che si è tenuto al Nuovo Cinema Aquila di Roma con la direzione scientifica di Federico Russo e la direzione artistica di Franco Montini.

La serata finale del festival si è svolta alla presenza del regista e attore Carlo Verdone a cui è stato assegnato il Premio Speciale Lo Spiraglio – Fondazione Roma Solidale onlus.

La Giuria composta dal Presidente, il regista e sceneggiatore Francesco Bruni, l’attrice Valentina Carnelutti, il critico cinematografico Federico Pontiggia, lo psicanalista Luciana De Franco e lo psichiatra Walter Procaccio ha quindi assegnato i seguenti premi, con rispettive motivazioni:

– PREMIO J.GARCIA BADARACCO-FONDAZIONE MARIA ELISA MITRE al miglior lungometraggio (1000 euro): A LOVE SUPREME, di Francesco Cannito.
“Per l’emozionante semplicità con cui viene raccontata una normalissima storia d’amore, destinata a diventare insolita e complicata per una serie di regole burocratiche e assurde che contrastano i sentimenti dei due protagonisti. Piace la naturalezza della narrazione e la discrezione con la quale la cinepresa indaga all’interno di una comunità di recupero”.

– PREMIO FAUSTO ANTONUCCI AL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO (1000 euro): LE VOCI UMANE, di Stefano Dei.
“Priva di alcun compiacimento spettacolare, una drammatica ed agghiacciante testimonianza sulla realtà degli ospedali psichiatrici in Serbia. Tutto è affidato esclusivamente alle voci degli internati, che, con parole semplici, fanno emergere un intimo, autentico dolore e denunciano indirettamente una condizione subumana, che si apre ad uno spiraglio di speranza con la creazione di gruppi di auto-aiuto”.

– MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA all’opera considerata particolarmente significativa per il tema e per la modalità con cui tratta l’argomento: AMERICA, di Alessandro Stevanon.
“Per la capacità di riconsegnare il disagio psichico ai territori dell’immaginazione, con un corto stroboscopico tra sogno e realtà, documentario e finzione, e un protagonista, Pino America, che non si dimentica”.

Il festival è promosso da Roma Capitale attraverso l’Assessorato Sostegno sociale e Sussidiarietà e l’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica, Roma Capitale, ASL RMA Dipartimento Salute Mentale – Roma Centro e Fondazione Roma Solidale onlus, con il patrocinio delle Regione Lazio e dell’Ordine provinciale di Roma dei medici chirurghi e degli odontoiatri, in partenariato con Biblioteche di Roma ed è diretto da Federico Russo e Franco Montini, rispettivamente direttore scientifico e artistico.
Lo Spiraglio FilmFestival della salute mentale conferma il suo intento di raccontare attraverso le immagini il mondo della salute mentalenelle sue molteplici varietà. L’obiettivo è quello di avvicinare il pubblico alla tematica e permettere a chi produce audiovisivi, dedicati o ispirati all’argomento, di mettere in evidenza risorse creative e qualità del prodotto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here