Home Eventi “Il capitale umano” di Paolo Virzì candidato italiano agli Oscar

“Il capitale umano” di Paolo Virzì candidato italiano agli Oscar

CONDIVIDI

PP-il-capitale-umano-valeria-bruni-tedeschi-fabrizio-gifuni-294111422

Roma, 24 Settembre 2014 – “Il capitale umano” di Paolo Virzì è stato indicato dalla commissione selezionatrice che si riunisce presso l’ANICA come candidato italiano nella corsa all’Oscar per il miglior film in lingua straniera.

Le nomination per la cinquina saranno rese note il 15 gennaio 2015, mentre a metà dicembre dovrebbe essere stilata una shortlist di una decina di titoli. La cerimonia di premiazione si svolgerà il 22 febbraio 2015 a Los Angeles.

Lo scorso anno cominciò così l’avventura del film di Paolo Sorrentino “La grande bellezza” che poi vinse l’Oscar. Nel 2015 anche “La bestia nel cuore” di Cristina Comencini ottenne la candidatura.

La commissione di selezione istituita dall’Anica su invito dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, riunita davanti a un notaio, era composta da Gianni Amelio, Tommaso Arrighi, Angelo Barbagallo, Nicola Borrelli, Caterina D’Amico, Maria Pia Fusco, Barbara Salabè, Gabriele Salvatores e Nick Vivarelli.

_______________________________________________________________________

Candidati alle nomination Oscar per il miglior film in lingua non inglese (in collaborazione con Cineuropa.org):

Austria, The Dark Valley di Andreas Prochaska

Belgio, Due giorni, una notte di Luc e Jean-Pierre Dardenne

Croazia, Cowboys di Tomislav Mršić

Danimarca, Sorrow and Joy di Nils Malmros

Estonia, Tangerines di Zaza Urushadze

Francia, Saint Laurent di Bertrand Bonello

Germania, Beloved Sisters di Dominik Graf

Grecia, Little England di Pantelis Voulgaris

Israele, Gett: The Trial of Vivian Amsalem di Ronit e Shlomi Elkabetz

Lettonia, Rocks in My Pockets di Signe Baumane (film d’animazione)

Lituania, The Gambler di Ignas Jonynas

Norvegia, 1001 Grams di Bent Hamer

Polonia, Ida di Pawel Pawlikowski

Portogallo, What Now? Remind Me di Joaquim Pinto (documentario)

Rep Ceca, Fair Play di Andrea Sedláčková

Romania, The Japanese Dog di Tudor Cristian Jurgiu

Serbia, See You in Montevideo di Dragan Bjelogrlić

Svezia, Turist di Ruben Östlund (Premio della Giuria in Un Certain Regard al Festival di Cannes 2014)

Svizzera, The Circle di Stefan Haupt (documentario, Panorama Audience Award Berlinale)

Ungheria, White God di Kornel Mundruzko (Vincitore Un certain regard a Cannes 2014)

_______________________________________________________________________

Altri candidati:

Canada, Mommy di Xavier Dolan

Corea del Sud, Sea Fog di Shim Sung-bo

Hong Kong, The Golden Era di Ann Hui

Mauritania, Timbuktu di Abderrahmane Sissako

Repubblica Dominicana, Cristo Rey di Leticia Tonos Paniagua

Turchia, Il regno d’inverno – Winter Sleep di Nuri Bilge Ceylan (Palma d’Oro Cannes 2014)

 _______________________________________________________________________

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here