Home Eventi CliCiak 2015, fase finale: le migliori foto di scena in mostra a...

CliCiak 2015, fase finale: le migliori foto di scena in mostra a Cesena

1041
0
CONDIVIDI

La-sedia-della-felicita-ph-Emilia-Mazzacurati-2015

Il Centro Cinema Città di Cesena presenta la 18esima edizione di CliCiak, concorso nazionale per fotografi di scena che vede la sua fase conclusiva nella mostra allestita dal 18 aprile al 24 maggio 2015 a Cesena presso la Biblioteca Malatestiana e il Cinema San Biagio. Il concorso oggi festeggia la maggiore età con un numero da record di fotografie pervenute: ben 1.700, che vanno ad aggiungersi agli altri 14.000 scatti del fondo di CliCiak, una vera e propria fototeca del cinema italiano contemporaneo.

La giuria del concorso, composta dall’esperta dell’IBC Giuseppina Benassati, dal critico Cesare Biarese, dal fotografo di scena Franco Bellomo e dal regista Luciano Manuzzi, dopo aver esaminato tutte le foto pervenute, e sottolineato l’alta qualità di molti di questi materiali, ha attribuito all’unanimità i seguenti riconoscimenti:

– Premio per il miglior scatto in bianco e nero ex aequo a Paolo Ciriello per una foto di “Noi 4” di Francesco Bruni, “per aver colto il tempo sospeso del set con uno scatto figurativamente composito”, e a Fabio Bacci per una foto di “Fino a qui tutto bene” di Roan Johnson, “per aver saputo restituire l’energia liberatoria per qualcosa che sta finendo”.

– Premio per la miglior serie in bianco e nero a Maila Iacovelli e Fabio Zayed per le foto di “La buca” di Daniele Ciprì, “per la perfetta resa dell’artificio cinematografico”.

– Premio per il miglior scatto a colori ex aequo a Simone Falso per una foto di “Torneranno i prati” di Ermanno Olmi, “per la perfetta sintesi tra la messa in scena cinematografica e la drammaticità del racconto”, e a Mario Spada per una foto de “Il giovane favoloso” di Mario Martone, “per la composizione che riesce a coniugare il senso del film con la tradizione iconografica”.

– Premio per la serie a colori ex aequo a Emanuela Scarpa per le foto della serie televisiva “Gomorra” di Stefano Sollima, “per l’efficacia del reportage sulla crudezza dell’ambiente sociale, trasformato in set”, e a Monica Chiappara per le foto di “Anita B.” di Roberto Faenza, “per il rigore formale e compositivo”.

– Il premio “Ciak, ritratto d’attore sul set”, assegnato dalla redazione del magazine di cinema diretto da Piera Detassis, è andato ai fotografi Francesca Casciarri per una foto di “Anime nere” di Francesco Munzi (per la sezione bianco e nero) e a Simona Pampallona per una foto di “Le meraviglie” di Alice Rohrwacher (per la sezione colore).

– Il premio speciale Giuseppe e Alda Palmas, per un fotografo iscritto per la prima volta a CliCiak, è andato a Emilia Mazzacurati per le foto di “La sedia della felicità” di Carlo Mazzacurati.

La giuria ha deciso inoltre di segnalare il lavoro dei fotografi Fabrizio De Blasio (per “Gli anni spezzati – Il giudice” di Graziano Diana e per “La bella e la bestia” di Fabrizio Costa), Fabrizio Di Giulio (per “Non è mai troppo tardi” di Giacomo Campiotti), Stefano C. Montesi (per “Banana” di Andrea Jublin, “Smetto quando voglio” di Sydney Sibilia e “Una donna per amica” di Giovanni Veronesi), Andrea Pirrello (per “Arance e martello” di Diego Bianchi, alias Zoro, e per “Smetto quando voglio” di Sydney Sibilia) e Loris T. Zambelli (per “Soap opera” di Alessandro Genovesi).

Dopo Cesena, come gli anni passati, la mostra di CliCiak inizierà il suo tour che la porterà in diverse città e festival italiani (Casa del Cinema a Roma, compresa). E’ corredata, come di consueto, da un catalogo a cura di Antonio Maraldi.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here