Home Eventi Umbria Film Festival 2015: il pubblico premia il russo “Ya ne vernus”

Umbria Film Festival 2015: il pubblico premia il russo “Ya ne vernus”

CONDIVIDI

ya-ne-vernus-io-non-torno-6353

Si è tenuta a Montone (Perugia) dall’8 al 12 luglio 2015 la diciannovesima edizione dell’Umbria Film Festival, con la direzione artistica di Vanessa Strizzi, la direzione organizzativa di Marisa Berna e la presidenza onoraria di Terry Gilliam, che è stato ospite del festival con il regista Paul Haggis e l’attrice danese Ghita Nørby.

Per la prima volta nella storia del festival è stato assegnato il Premio del Pubblico, riservato ai lungometraggi presentati in anteprima nazionali, che è stato vinto dal film russo “Ya ne vernus” (Io non torno) di Ilmar Raag, già premiato al Tribeca Film Festival.

Per la sezione dei Corti per Bambini ha vinto lo spagnolo “Cuerdas” (Corde) di Pedro Solis Garcia con la seguente motivazione, redatta dalla giuria degli studenti delle scuole: “Questo film ci ha emozionato perchè parla di Maria, che diventa amica di un bambino disabile e riesce a farlo giocare e divertire come tutti gli altri…Questa storia ci insegna che un legame come l’amicizia è molto importante e può aiutare a sorridere e vivere meglio anche nelle situazioni più difficili. Molto commovente il finale”.

La sezione Umbriametraggi, riservata a videomaker umbri, ha riservato anche quest’anno belle sorprese e soddisfazioni. I sette corti, selezionati tra i numerosi giunti alla segreteria del Festival, sono stati apprezzati da pubblico e giuria durante la proiezione che si è svolta in un luogo d’eccezione, la chiesa-museo di San Francesco a Montone. Il premio come Miglior Cortometraggio – Premio Augustuscolor è stato assegnato dalla giuria a “One Day in July” di Hermes Mangialardo, per aver risolto perfettamente, in un’animazione di due minuti, un storia che è soprattutto una riflessione sulle conseguenze degli eventi bellici.

Assegnata anche una Menzione Speciale della Giuria, al corto “Chi fa Otello?” di David Fratini, per aver offerto una divertente, ironica e acuta trattazione del tema della “diversità” utilizzando in modo brillante gli spunti offerti dall’opera di Shakespeare.

Il Premio Speciale Augustuscolor, decretato direttamente da Augustuscolor, è stato assegnato a un corto ritenuto particolarmente meritevole: “L’irraggiungibile” di Jason Seretfug.

Entrambi i premi Augustuscolor, noto laboratorio specializzato in postproduzione che sostiene questa sezione del Festival da molti anni, consistono nel 50% di sconto su una singola lavorazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here