Home Eventi “L’Uomo Volante” sbarca a Venezia 72

“L’Uomo Volante” sbarca a Venezia 72

CONDIVIDI

Adelmo-Togliani-Bianca-Guaccero-L-Uomo-Volante-2928

Roma, 27 Agosto 2015 – In occasione della 72° Mostra Internazionale di Arte Cinematografica di Venezia, il cortometraggio “L’Uomo Volante” di Adelmo Togliani, prodotto da Giallo Limone Movie in collaborazione con Accademia Togliani e con Bianca Guaccero protagonista, sarà presentato venerdì 4 settembre 2015 alle ore 16.30 all’Italian Pavilion – Sala Tropicana dell’Hotel Excelsior di Venezia (Lungomare Guglielmo Marconi 41, Lido) all’interno della tavola rotonda “Un film per farne un altro”.

Fare cinema oggi richiede nuove strategie, da questo assunto nasce “Un film per farne un altro”, un evento realizzato da Valerio Toniolo per Associazione Buonacultura – in collaborazione con Accademia Togliani e con il patrocinio della Direzione Generale Cinema  MiBACT – che si aprirà con una tavola rotonda sulle produzioni indipendenti, il product placement, il tax credit e i finanziamenti pubblici: gli stessi strumenti di cui si è avvalso il mini-film “L’Uomo Volante”, concepito sin da subito come parte integrante di un futuro progetto di lungo basato sul medesimo plot.

Interverranno: Nicola Borrelli (Direttore Generale Cinema del MiBACT), Valerio Toniolo (Presidente di Associazione Buonacultura), Adelmo Togliani (attore e regista del cortometraggio), l’On. Lorenza Bonaccorsi, Responsabile Cultura PD, Myriam Catania (attrice e doppiatrice), Andrea Iacomini (giornalista e portavoce UNICEF Italia), Bruno Della Ragione (Avvocato ed Esperto in Diritto d’Autore) e Gianni Celata (professore di Economia dei Media dell’Università Roma Tre).

L’operazione “L’Uomo Volante” non conosce precedenti per quanto riguarda preparazione, strategia di finanziamento e promozione: trenta persone di troupe; tre decadi ricostruite: gli anni ’80, ’90 e 2000; tredici location differenti per sei giorni di lavorazione; cinquecento provini a minori per i ruoli dei protagonisti da giovani, cento costumi di scena. Un’operazione produttiva degna di un lungometraggio. Il film stato realizzato grazie al contributo del MiBACT – Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo – che ne ha riconosciuto il valore di interesse culturale – e il supporto di Centrale del Latte di Roma, Filafi Fithu Shoes, Grimaldi Lines, Old Wild West e Sicurbagno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here