Home Eventi Il cinema italiano campione d’inverno dei festival europei

Il cinema italiano campione d’inverno dei festival europei

CONDIVIDI

Boom di titoli nelle selezioni di Rotterdam e Goteborg, due dei più importanti appuntamenti d’inizio anno. 9 film in Olanda, e la retrospettiva dei tre lungometraggi di Claudio Caligari. A Goteborg “invasione” di 23 produzioni.

NON-ESSERE-CATTIVO-CLAUDIO-CALIGARI-VALERIO-MASTANDREA-set-film-28272

All’indomani dell’annuncio della selezione in concorso alla Berlinale dell’ultimo film di Gianfranco Rosi “Fuocoammare”, giunge la notizia dell’eccezionale presenza di cinema italiano in due tra i più importanti festival europei, appuntamenti molto seguiti anche a livello di mercato d’inizio anno.

Il Festival di Rotterdam, (27 gennaio – 7 febbraio) giunto alla 45esima edizione e che ospita per tradizione e prospettiva di sguardo registi all’avanguardia del panorama mondiale, presenta per la prima volta in una kermesse internazionale tutti e tre i lungometraggi scritti e diretti da Claudio Caligari: “Amore Tossico”, “L’odore della notte” e “Non essere cattivo”. Da sempre il Festival è sensibile alle voci fuori dal coro e la scelta di proporre la piccola ma significativa retrospettiva ha permesso, tra l’altro, il restauro del primo film del regista, “Amore Tossico”. A Rotterdam, per presentare i film e parlare dell’amico recentemente scomparso, arriveranno Valerio Mastrandrea e Alessandro Borghi.

Eclettica e molto attenta alle produzioni indipendenti la selezione italiana:
Arianna” di Carlo Lavagna
Bella e perduta” di Pietro Marcello
“Louisiana” di Roberto Minervini
“Mama” di Vlado Skafar (in coproduzione con Slovenia e Bosnia)
“Per amor vostro” di Giuseppe Gaudino
“Porno e libertà” di Carmine Amoroso
“I racconti dell’orso” di Samuele Sestieri e Olmo Amato
“Il solengo” di Alessio Rigo De Righi e Matteo Zoppis
“Suburra” di Stefano Sollima

Bella e Perduta_02

E si può definire addirittura un’ “invasione”, quella dei film italiani al Festival di Goteborg, dal 29 gennaio all’8 febbraio. Con una line-up di ben 23 titoli la nostra produzione si presenta al festival svedese: uno dei più importanti appuntamenti internazionali dei paesi nordici, l’unico con un mercato organizzato, il Nordic Film Market, frequentato da numerosi buyers e sales agents.

Nella prestigiosa sezione “Ingmar Bergman”, la competizione, verrà presentato “Bella e Perduta” di Pietro Marcello, mentre gli altri film faranno parte di un “Focus Italy” che il festival ha voluto dedicare alla straordinaria vivacità del cinema italiano contemporaneo.

Alla delegazione italiana parteciperanno, tra gli altri: Luca Guadagnino, Roberto Minervini, Eleonora Danco, Ferdinando Cito Filomarino, Carlo Lavagna, Pietro Marcello, Sergio Vitolo, Maurizio Braucci, Giorgia Cecere, Valerio Mastandrea, Alessandro Borghi, Piergiorgio Bellocchio, Claudio Santamaria.

Questi i film italiani alla 39° edizione del Festival di Goteborg:
“A Bigger Splash” di Luca Guadagnino
“Alaska” di Claudio Cupellini
“Antonia” di Ferdinando Cito Filomarino
“Arianna” di Carlo Lavagna
“Banat” di Adriano Valerio
“Bella e perduta” di Pietro Marcello
“E la nave va” di Federico Fellini
“Fragment 53” di Carlo Gabriele Tribbioli e Federico Lodoli
“Gente dei bagni” di Stefania Bona e Francesca Scalisi
“Il nome del figlio” di Francesca Archibugi
“Il Solengo” di Alessio Rigo De Righi e Matteo Zoppis
“Il successore” di Mattia Epifani
“In un posto bellissimo” di Giorgia Cecere
“Ladri di biciclette” di Vittorio De Sica
“Latin Lover” di Cristina Comencini
“Louisiana” di Roberto Minervini
“La notte” di Michelangelo Antonioni
“Maraviglioso Boccaccio” di Paolo e Vittorio Taviani
“N-Capace” di Eleonora Danco
“Non essere Cattivo” di Claudio Caligari
“Pecore in erba” di Alberto Caviglia
“Sangue del mio sangue” di Marco Bellocchio
“Torneranno i prati” di Ermanno Olmi

La presenza dei film italiani ai festival di Rotterdam e Goteborg è organizzata da Istituto Luce-Cinecittà. Per ulteriori informazioni sui festival e tutte le schede dei film, www.filmitalia.org.

arianna-film-35533

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here