Home Eventi “Montedoro”, si conclude il tour il 6 giugno al Cinema Apollo 11

“Montedoro”, si conclude il tour il 6 giugno al Cinema Apollo 11

CONDIVIDI

Montedoro-7464-111

Lunedì 6 giugno alle 21.00 il tour di “Montedoro” si conclude al Cinema Apollo 11 di Roma (via Nino Bixio 80/A) con la partecipazione di Enrico Ghezzi, Leonardo Carrano (animatore sperimentale) e Gianpaolo Berto (pittore) che introdurranno il film e dialogheranno con l’autore del film Antonello Faretta al termine della proiezione.

Dopo la partecipazione a circa 40 festival in tutto il mondo – tra cui il Montreal Film Festival, l’Atlanta Film Festival, il Festival du Cinèma Italien di Annecy, il Lavazza Italian Film Festival (Australia), Festival del Cinema Italiano di Madrid – “Montedoro”, opera prima di Antonello Faretta, ha intrapreso un viaggio in Italia, un percorso di autodistribuzione nei cinema italiani, che in un mese e mezzo lo ha portato in circa 20 sale, tra capoluoghi e piccoli centri, da Torino a Palermo, passando per Urbino e Empoli fino a Bari e Cosenza.

L’operazione di autodistribuzione di “Montedoro”, a cura del Noeltan Film Studio, è stato un attento lavoro di audience development che ha incontrato il favore del pubblico attento e numeroso alle diverse proiezioni. Hanno accolto il film associazioni attive di lucani sparsi per la penisola, studenti, amici ed esercenti entusiasti.

È così che dalla prima proiezione al Cinema Comunale di Matera la storia di Pia Marie Mann ha varcato i confini lucani; tra le tappe italiane, oltre alla Scuola Holden di Alessandro Baricco, una proiezione al Teatro Cucinelli di Solomeo, la prima in otto anni di attività del teatro. Il film ha incontrato la passione e la professionalità di esercenti entusiasti di poter offrire al proprio pubblico opere di qualità che rappresentano operazioni altrettanto coraggiose di distribuzione. Ad ogni appuntamento il regista, la produttrice e la protagonista hanno incontrato il pubblico per discutere e riflettere sui temi delle origini, delle aree marginali, dell’emigrazione, dell’identità e del ritorno e del compiere e sostenere operazioni culturali coraggiose e utili per il nostro Paese.

“Montedoro” racconta la storia vera dell’attrice protagonista Pia Marie Mann, donna americana di mezza età che, dopo aver appreso la verità sulle proprie origini solo alla morte dei genitori, parte alla volta di un paese del sud Italia, Montedoro, appunto, alla ricerca della madre naturale mai conosciuta. La scoperta di Craco, l’antica Montedoro, ormai completamente abbandonata, e l’incontro casuale con alcune persone misteriose, quelle che non hanno mai voluto abbandonare il paese, saranno all’origine di un affascinante e magico viaggio nel Tempo e nella Memoria, che la ricongiungeranno con un passato sconosciuto in cui la sua saga familiare e quella di un’antica e misteriosa comunità ormai estinta si intrecciano e rivivono un’ultima volta. L’altro grande protagonista è lo stesso paese fantasma, abbandonato nel 1963 a causa di una frana di vaste dimensioni. Dominato dal castello e dalla torre normanna, Craco è luogo fantastico, scelto da numerosi registi, tra i quali Francesco Rosi e Mel Gibson, per girare le loro pellicole. Il regista Abbas Kiarostami ha detto del film: “Montedoro rende questo luogo indimenticabile e pone finalmente fine alla mia tentazione di fare un film a Craco”.

Il film è prodotto da Antonello Faretta, Adriana Bruno, Pia Marie Mann per Noeltan Srl in collaborazione con Todos Contentos Y Yo Tambien, Rattapallax Films Usa, Astrolabio Brazil, FESR Basilicata 2007/2013, Unione Europea, Regione Basilicata, Repubblica Italiana, con il sostegno di Apt Basilicata, Lucana Film Commission e The Craco Society.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here