Home Eventi France Odeon 2016: Foglia d’Oro a “Tour de France”, tutti i premi

France Odeon 2016: Foglia d’Oro a “Tour de France”, tutti i premi

CONDIVIDI

dig

Firenze, 1 Novembre 2016 – La Giuria dell’ottava edizione di France Odeon – composta dall’attrice Margherita Buy, dal produttore Angelo Curti e dal critico Fabio Ferzetti – ha giudicato la selezione di 11 film di altissimo livello e ha attribuito il Premio Foglia d’Oro 2016 al film “Tour de France” di Rachid Djaïdani. La Giuria ha inoltre deciso di attribuire un Premio Speciale Foglia d‘Oro a “Médecin de campagne” di Thomas Lilti.

Il riconoscimento – che consiste in un campione battuto a mano di foglia d’oro di alcuni grammi, materia prima con la quale dal ‘600 viene fatta la doratura dell’opera d’arte – è stato istituito quest’anno per la prima volta grazie alla preziosa collaborazione con Giusto Manetti Battiloro.

Pur avendo riaperto una sala chiusa da molti anni, la risposta del pubblico di France Odeon è stata superiore alle aspettative. La media giornaliera del festival è stata intorno agli 850 spettatori che hanno potuto confrontarsi con i grandi protagonisti di questa edizione della rassegna. A cominciare da Gérard Depardieu, anche lui insignito di un Premio Speciale Foglia d‘Oro, che conversando generosamente con il pubblico in sala, ha ribadito assieme al regista del film “Tour de France”, Rachid Djaïdani, la vitalità del cinema indipendente che affronta in modo diretto le tematiche dell’oggi.

Applauditissimo anche il film “Mal de pierres” di Nicole Garcia, con Marion Cotillard e Louis Garrel, che ha aperto il festival, e per “L’indomptée” di Caroline Deruas, con le musiche di Nicola Piovani, la cui protagonista Jenna Thiam (Premio Ferragamo Parfums L’Essenza del Talento 2016) ha dichiarato di voler presto tornare a Firenze.

L’ex medico Thomas Lilti ha presentato il film da lui diretto “Médecin de campagne”, interpretato da François Cluzet, che ha confessato di essersi inconsciamente ispirato a tanto cinema italiano degli anni ’60 / ’70.

Di grande impatto emotivo sul pubblico è stato il film “Les innocentes” di Anne Fontaine – la drammatica vicenda di violenza realmente accaduta in un convento polacco – che uscirà in Italia il 17 novembre grazie a Good Films con il titolo “Agnus Dei”.

La sorpresa del festival è stato l’artista Guy Ribes, a cui è stato dedicato il documentario “Un vrai faussaire” di Jean-Luc Leon, che ha rivelato al pubblico i segreti per riprodurre il tratto e la luce dei quadri di Matisse.

Tra gli ospiti del festival anche Catrinel Marlon, modella e attrice, alla quale Salvatore Ferragamo Parfums gli ha attribuito uno speciale riconoscimento.

“È stato un festival faticoso perché abbiamo dovuto fare da apripista alla 50 giorni – dichiara il direttore artistico Francesco Ranieri Martinotti – e insieme a tutto lo staff di France Odeon, che ringrazio, siamo orgogliosi di fare parte di un progetto che ha portato alla riapertura di una sala cinematografica e che è stato possibile grazie alla Regione Toscana e alla Fondazione Sistema Toscana in un momento in cui invece tendono a chiudere”. “La presenza dei nostri ospiti di livello internazionale ha contribuito sicuramente all’avvio di questa nuova impresa”, ha sottolineato il presidente di France Odeon Riccardo Zucconi.

France Odeon ringrazia MiBACT, l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, il Comune di Firenze, l’Ambasciata di Francia, l’Istituto Francese Italia, Ferragamo Parfums e Groupama.

Per maggiori informazioni: www.franceodeon.com

dav

dav

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here