Home Eventi “Quo vado?” trionfa a Sorrento, al film con Zalone il Biglietto e...

“Quo vado?” trionfa a Sorrento, al film con Zalone il Biglietto e Chiavi d’Oro

CONDIVIDI

Quo-vado-Checco-Zalone-2015

La Taodue vince il Biglietto d’Oro per “Quo vado?”, film che ha superato ogni record di incassi e che riceve questo prestigioso premio riservato al film più visto nei cinema italiani nella stagione dicembre 2015 – novembre 2016. Anche le Chiavi d’Oro del Successo vanno a “Quo vado?”.

Ad essere premiati saranno Checco Zalone (Luca Medici) come interprete e come sceneggiatore in coppia con Gennaro Nunziante, che riceve il premio anche come regista. Lo stesso riconoscimento andrà anche agli altri interpreti del film: Sonia Bergamasco, Lino Banfi ed Eleonora Giovanardi.

I Biglietti d’Oro del cinema italiano vengono assegnati dall’ANEC, associazione esercenti cinema, ai film che, nelle sale monitorate da Cinetel, hanno venduto più biglietti nella stagione cinematografica 2015-2016, con riferimento al periodo dicembre 2015 – novembre 2016. I riconoscimenti verranno consegnati mercoledì 30 novembre, nell’ambito della 39esima edizione delle Giornate Professionali di Cinema, iniziata oggi a Sorrento. La cerimonia di consegna dei Premi si svolgerà al Cinema Armida alle ore 20.00 e sarà condotta da Lorena Bianchetti.

Commenta così Pietro Valsecchi, AD di Taodue, la notizia dei premi: “Sono molto felice per questi premi che danno il giusto riconoscimento a un film che ha confermato ancora una volta il talento straordinario di Checco Zalone. Sono ancora più orgoglioso perché si tratta di premi attribuiti sulla base dei biglietti venduti: la migliore dimostrazione quindi dell’affetto del pubblico italiano per Checco, che è riuscito nell’impresa di riportare nelle sale anche spettatori che non andavano più al cinema. E, a conferma che il cinema di Checco è amato anche fuori dall’Italia, ricordiamo che ‘Quo vado?’ è stato distribuito in più di 80 paesi del mondo, dalla Germania alla Spagna, fino a tutto il Sud America, l’Australia, la Russia e addirittura il Giappone”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here