Home Eventi Locarno 70: Retrospettiva 2017 dedicata al regista francese Jacques Tourneur

Locarno 70: Retrospettiva 2017 dedicata al regista francese Jacques Tourneur

CONDIVIDI

Jacques-Tourneur-Retrospettival-2017-Locarno-70

La Retrospettiva del 70° Locarno Festival sarà dedicata al regista francese Jacques Tourneur (1904 – 1977). Ritornando a quel dialogo del Festival con il grande cinema americano, la Retrospettiva 2017 volge il suo sguardo a un regista che ancora non gode di un riconoscimento pari al suo talento. Tourneur ha spesso lavorato in film di serie “B”, ma che oggi ci appaiono più incisivi, visionari, attuali dei loro fratelli maggiori. Nelle sue opere, Tourneur ha saputo abbinare la forza affabulatrice dei racconti di genere con una poesia visiva unica, eredità forse di quella doppia matrice europea e americana che ne ha contraddistinto la vita. La Retrospettiva sarà ospitata nello storico cinema locarnese, che per la 70ma edizione del Festival si presenterà con una nuova veste, completamente restaurato e ribattezzato GranRex.

Carlo Chatrian, Direttore Artistico del Locarno Festival: “Il nome di Tourneur è noto agli appassionati e alcuni suoi film figurano tra quelli da ricordare in una stagione straordinaria quale quella del secondo dopoguerra in America; non è così per l’insieme della sua opera che pure è di altissima qualità. Questa Retrospettiva, organizzata insieme a importanti e prestigiose istituzioni che qui ringrazio, sarà dunque l’occasione per permettere alle nuove generazioni di cogliere la forza di un regista artefice di un cinema che passa attraverso scelte visive prima che nelle parole, che trova in inquadrature, movimenti di macchina, uso della luce, del suono e dei colori degli strumenti espressivi essenziali. Considerato il maestro del cinema fantastico Tourneur ha sempre cercato di andare oltre il visibile, rappresentando quei sentimenti profondi che si agitano sotto la pelle e dietro la superficie delle cose. Per questo i suoi film reggono al passare del tempo e sono fonte d’ispirazione per tanti registi”.

La Retrospettiva, curata da Roberto Turigliatto e Rinaldo Censi, è resa possibile grazie alla preziosa collaborazione con la Cinémathèque suisse e la Cinémathèque française e sarà completata da una pubblicazione edita in inglese e francese da Capricci.

Per Frédéric Maire, Direttore della Cinémathèque suisse: “Tourneur è uno di quei grandi maestri rimasti in parte nell’ombra, come se questo genio della notte, del mistero e della suggestione avesse deciso di eclissarsi tra Francia e Stati Uniti. Fortunatamente questa Retrospettiva sarà l’occasione di rimetterlo in luce”.

Frédéric Bonnaud, Direttore della Cinémathèque française: “La Retrospettiva dedicata all’opera di Jacques Tourneur sarà successivamente in programma alla Cinémathèque française a partire dal 30 agosto. Comprenderà tutti i suoi lungometraggi e una parte significativa di cortometraggi e lavori per la televisione realizzati dall’autore di Cat People. Saranno inoltre organizzate conferenze e alcuni dei film saranno corredati da una presentazione, con l’obiettivo di far conoscere meglio colui che ha portato l’arte della suggestione e della padronanza dell’ invisibile a un certo grado di perfezione”.

La 70esima edizione del Locarno Festival, inizierà con una serie d’iniziative firmate #Locarno70 già a partire dal mese di febbraio e vedrà la sua conclusione durante la manifestazione che si terrà dal 2 al 12 agosto 2017.

Info: www.pardolive.ch

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here