Home Eventi Piemonte Movie gLocal Film Festival 2017: apre “Ninna Nanna Prigioniera” e chiude...

Piemonte Movie gLocal Film Festival 2017: apre “Ninna Nanna Prigioniera” e chiude “Babylon Sisters”

CONDIVIDI

NINNA-NANNA-PRIGIONIERA-di-Rossella-Schillaci-29921

La 16esima edizione del Piemonte Movie gLocal Film Festival, rassegna annuale dedicata al cinema piemontese, si terrà dall’8 al 12 marzo portando con sé due importanti novità: per la prima volta l’intera manifestazione si terrà nelle sale del Cinema Massimo (Via Verdi 18, Torino), principale luogo festivaliero della città che apre così le porte anche ai documentari e ai cortometraggi in concorso per aggiudicarsi il titolo del migliore prodotto cinematografico – documentaristico e in forma breve – dell’anno passato.

Inoltre questo gLocal Film Festival ha preso vita sotto una nuova direzione artistica, quella di Gabriele Diverio, che fin dalle prime edizioni ha curato prima la sezione Spazio Piemonte, poi Panoramica Doc, contribuendo sempre più al festival con la sua impronta personale, fino a ereditarne la direzione da Alessandro Gaido. Aria nuova per un festival che mantiene le radici salde sul territorio con il suo spirito gLocal e indipendente, fatto di rapporti umani, relazioni costruite negli anni e stimoli raccolti dalle diverse realtà cinematografiche che in Piemonte operano e che vengono restituiti al pubblico nei 5 giorni di festival.

“Ogni giornata a cui sarete presenti in sala, ogni corto, documentario e film che vi proporremo, sono il frutto di questo viaggio fatto di piccole e grandi decisioni che lo staff del gLocal Film Festival ha preso con passione e talvolta coraggio, per dar vita a una rassegna che possa incontrare il favore di una fetta di pubblico sempre più ampia – dichiara Gabriele Diverio – Per me questo è l’inizio di uno splendido viaggio e vorrei che lo fosse anche per il pubblico in sala”.

Un viaggio che parte con l’anteprima nazionale del documentario “Ninna Nanna Prigioniera” di Rossella Schillaci; passa per i documentari e i cortometraggi in concorso nelle sezioni Panoramica Doc e Spazio Piemonte; conduce agli omaggi a due autori che hanno fatto la storia del nostro cinema, il regista torinese recentemente scomparso Corrado Farina e il Carlo Ausino di “Torino violenta”, film che quest’anno compie 40 anni dall’uscita in sala e che ci darà l’occasione per spingerci in altre città “violente” con la rassegna Guardie & Ladri Poliziottesco all’italiana; il gLocal Film Festival farà poi tappa tra festival gemellati come Skepto, Seeyousound, il neonato Alessandria Film Festival e realtà cinematografiche con cui collaboriamo da anni come La Danza in 1 minuto, O.D.S. e ci porterà fino alla chiusura con il lungometraggio “Babylon Sisters” di Gigi Roccati; il tutto come sempre lungo il fil rouge del Piemonte.

Quest’anno il gLocal Film Festival riserva spazio anche alla formazione: per quelli che il cinema è una passione, ma anche una professione, la Masterclass di scrittura per cinema e tv con lo sceneggiatore Nicola Guaglianone –autore di “Lo chiamavano Jeeg Robot” di Gabriele Mainetti, “Indivisibili” di Edoardo De Angelis e della serie “Suburra” prodotta da Netflix – è un’occasione imperdibile per ascoltare i consigli del mestiere di uno dei principali addetti ai lavori del momento (iscrizione entro il 26 febbraio); pensata per i più giovani, per dar loro modo di scoprire il mezzo cinematografico, Professione Documentario che coinvolge quasi 350 studenti come giurati di una selezione di doc, con proiezioni introdotte da brevi lezioni sul cinema del reale.

Mercoledì 8 marzo alle 21.00 si aprirà questa edizione del gLocal Film Festival con l’anteprima nazionale di “Ninna Nanna Prigioniera” della documentarista torinese Rossella Schillaci. Presentato in anteprima mondiale al Biografilm Festival lo scorso giugno, dove ha vinto il Life Tales Award | International Celebration of Lives, “Ninna Nanna Prigioniera” ci mostra la quotidianità di Jasmina, giovane donna che sta scontando la sua pena in carcere e che ha con sé in cella i due figli più piccoli. Il film è un ritratto intimo su maternità, scelte e sull’energia vitale dell’infanzia che riesce a dare colore anche al grigio di una cella. A parlarne in sala la regista insieme ad alcuni rappresentanti della Casa Circondariale Lorusso e Cutugno (Torino) dove il documentario è stato girato. Prodotto dalla torinese Indyca Film, “Ninna Nanna Prigioniera” sarà nelle sale dal prossimo aprile. 

La chiusura del gLocal Film Festival 2017 sarà affidata al lungometraggio del regista torinese Gigi Roccati “Babylon Sisters”, che verrà presentato in anteprima regionale domenica 12 marzo alle 21.30, a seguito della premiazione. Una fiaba contemporanea che a ritmo di musica celebra la forza e la bellezza della multiculturalità, attraverso la storia di Kamla, da poco trasferitasi con i genitori in un palazzo degradato alla periferia di Trieste abitato da altre famiglie di immigrati e da un vecchio professore che odia tutti. Quando arrivano le lettere di sfratto, le donne del palazzo si uniscono per salvare il destino delle proprie famiglie, tra risate, pianti e incomprensioni.

Per maggiori informazioni: www.piemontemovie.com

Babylon-Sisters-0393

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here