Home Eventi Storie dai margini, documentario e giallo-thriller: a Pistoia torna Presente Italiano, apre...

Storie dai margini, documentario e giallo-thriller: a Pistoia torna Presente Italiano, apre il cinema di Amelio

CONDIVIDI

In programma 33 eventi tra proiezioni, presentazioni, incontri con gli autori e iniziative collaterali. Tra gli ospiti Sergio Martino e Luc Merenda, con un omaggio al giallo all’italiana degli anni ‘70. L’apertura, giovedì 28 settembre, sarà affidata al cinema di Gianni Amelio. Chiusura il 5 ottobre con un tributo al regista, produttore, attore e scenografo milanese Marco Ferreri.

Il cinema è di casa a Pistoia dal 28 al 5 ottobre con la terza edizione di Presente Italiano, il festival che porta in Toscana le opere più interessanti prodotte in Italia nell’ultimo anno tra fiction, documentario, sperimentazione, cortometraggi e animazione.

Otto giorni e 33 eventi tra proiezioni, presentazioni, incontri con gli autori e iniziative collaterali diffuse sul territorio: tra gli ospiti le star dello spaghetti thriller Luc Merenda e Sergio Martino, a cui sarà dedicato un omaggio che ripercorrerà attraverso quattro titoli cult il momento d’oro della produzione di genere negli anni ’70.

Ampia anche la sezione competitiva, 7 pellicole che nell’ultimo anno hanno, ognuna a suo modo, costituito piccole rivelazioni cinematografiche nei festival di tutta Europa: da Cannes a Locarno, da Venezia a Torino.

“Arrivati alla terza edizione – dice il direttore del festival Michele Galardini – credo che Presente Italiano sia un festival necessario, soprattutto in questo momento storico, in cui il nostro “presente” si disperde sotto i colpi violenti dei personalismi e della disinformazione. Il cinema è chiamato a ricomporre un’immagine del paese che duri più dello scroll di una bacheca, più di un’opinione gettata in pasto al primo branco affamato, ed è chiamato a farlo nelle sale, nelle scuole, affinché diventi argomento comune, orizzonte di pensiero, fornace di dubbi”.

Presente Italiano è diretto da Michele Galardini e organizzato dall’associazione PromoCinema grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia, di Conad, Fondazione Turati, con il patrocinio del Comune di Pistoia e la collaborazione di Associazione Recente, Associazione Spichisi, Bietti Edizioni, Nocturno, Bloodbuster, Mabuse Cineclub, CG Entertainment, Il Funaro, Pistoia Sotterranea, Libreria Lo Spazio di via dell’ospizio e Mediacritica.it. L’evento fa parte delle manifestazioni di Pistoia Festival.

L’apertura, giovedì 28 settembre, sarà affidata al cinema di Gianni Amelio. Al regista e sceneggiatore a lungo direttore del Torino Film Festival sarà dedicato un piccolo tributo con la proiezione dei suoi ultimi due film di fiction: “L’intrepido” (2013), un’immersione nell’Italia del precariato con protagonista Antonio Albanese, e “La tenerezza” (2017), la storia di due famiglie in una Napoli dove ogni attimo il benessere può mutarsi in tragedia.

Giovedì 5 ottobre al Cinema Globo, dopo la proclamazione del film vincitore della sezione “Concorso”, Presente Italiano si concluderà con un tributo al regista, produttore, attore e scenografo milanese Marco Ferreri. L’autore di opere fondamentali per la storia del cinema italiano come “La grande abbuffata” e “Dillinger è morto” sarà omaggiato con la proiezione di uno delle sue pellicole più iconiche: “La donna scimmia” (1964), feroce apologo sulla mostruosità dell’istituzione familiare in versione restaurata dalla Cineteca di Bologna.

Per maggiori informazioni: www.presenteitaliano.it

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here