Home Eventi Tutti i vincitori di RCIPELAGO, Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove Immagini

Tutti i vincitori di [A]RCIPELAGO, Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove Immagini

CONDIVIDI

Si è appena conclusa la 2.4a edizione di [A]RCIPELAGO | Festival Internazionale di Cortometraggi e Nuove Immagini, la più seguita e longeva tra le manifestazioni dedicate ai nuovi linguaggi audiovisivi e ai giovani talenti. La cerimonia di premiazione si è aperta con un videocollegamento con il regista Pappi Corsicato uno dei primissimi sostenitori del Festival.

La Giuria di SHORT PLANET – composta dall’attrice Coppa Volpi Elena Cotta, dalla regista iraniana Farnoosh Samadi e dal giovane regista francese Morgan Simon – per la prima volta nella storia del Festival ha premiato come Miglior Cortometraggio un’animazione: O Matko! Oh Mother! della polacca Paulina Ziółkowska, “una storia che viene dal cuore, con uno stile personale, un disegno semplice ma molto coinvolgente che, con un tratto di grande leggerezza e ironia, offre la rappresentazione dei momenti più significativi di questo legame così profondo e unico”.

Il Premio Speciale della Giuria è andato al greco Alepou / Fox di Jacqueline Lentzou “che con efficaci inquadrature e grande sensibilità, lascia emergere il conflitto fra una madre e i suoi figli, e racconta la fine della loro infanzia”.

Sono state assegnate anche due Menzioni Speciali: allo svizzero Operation Commando di Jan Czarlewski e al rumeno Scris/Nescris – Written/Unwritten di Adrian Silisteanu.

La Giuria di CON/CORTO – Concorso Nazionale Cortometraggi – composta dal regista Michele Vannucci, dalla produttrice, fondatrice e AD di Anele Gloria Giorgianni e dal direttore della Film Commission Torino Piemonte Paolo Manera – ha premiato come Miglior Cortometraggio Adavede di Alain Parroni, “per lo sguardo unico con cui racconta un personaggio in equilibrio tra realtà e fantasia, usando tecniche fotografiche sperimentali per restituire la sinestesia del reale. Adavede riesce a parlare con voce innovativa e sincera, attraverso una messa in scena sorprendente, raccontando con immagini nuove il quotidiano”.

Il Premio Speciale della Giuria va a Mon Amour, Mon Ami di Adriano Valerio, “per la capacità di raccontare personaggi al limite con empatia ed emozione, focalizzandosi sui loro desideri, partecipando al dibattito culturale sull’accoglienza da una prospettiva finalmente umana e sincera”.

Per la prima volta è stato assegnato il Premio SIAE per il Miglior Giovane Talento Under 35 che va a Food for Thought di Davide Gentile, “per aver saputo costruire un racconto originale, avvincente e visionario attorno a un argomento di grande attualità. Davide Gentile dimostra di avere uno stile registico molto personale e di sapere osare nella costruzione di una narrazione visiva matura e identitaria”.

Due sono le Menzioni Speciali della Giuria a La Santa che Dorme di Laura Samani (di cui è stata anche premiata la fotografia con il Premio Enzo Meniconi – Primavera del Montaggioofferto da AMC – Associazione Montaggio Cinematografico e Televisivo che va Chiara Dainese, Miglior Giovane Montatore).

Per il Concorso CHIEDO ASILO il Premio Emergency va ad Amira di Luca Lepone, “per la grazia e la semplicità con cui il film evoca la connessione emotiva tra chi è rimasto e chi è partito, mettendo in luce uno degli aspetti della migrazione: la lontananza dai propri affetti e dai propri amori. E per la libertà di chi sa parlare una lingua universale e di chi è capace di ascoltarla, senza paure del diverso”.

Il Premio per Miglior Video va a Omar di Davide Gentile.

Il Prem1ere Film Award per il Miglior Cortometraggio Italiano offerto da Prem1ere Film va a Un Padre di Roberto Gneo, “un cortometraggio indipendente ben diretto, che grazie anche alla sua semplicità riesce nell’intento di lanciare un messaggio forte sull’importanza del tempo, degli affetti, delle parole non dette o dette troppo tardi”.

Per maggiori informazioni: www.arcipelagofilmfestival.org

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here