Home Eventi César 2018: trionfa “120 battiti al minuto” con sei premi, tutti i...

César 2018: trionfa “120 battiti al minuto” con sei premi, tutti i vincitori

CONDIVIDI

“120 battiti al minuto – 120 battements par minute” trionfa alla 43esima edizione dei César, gli Oscar del cinema francese. Il film diretto da Robin Campillo, purtroppo escluso dalla corsa agli Oscar 2018, ha portato a casa ben sei statuette, tra cui quella per il miglior film.

Ottimo risultato anche per la convincente opera prima di Hubert Charuel“Petit Paysan”, in uscita nelle sale italiane il 22 marzo e vincitore di tre premi.

Migliore attore protagonista Swann Arlaud per “Petit Paysan”, migliore attrice Jeanne Balibar per “Barbara”. Attori non protagonisti Antoine Reinartz per “120 battiti al minuto”Sara Giraudeau per “Petit Paysan”.

Miglior speranza maschile Nahuel Pérez Biscayart per “120 battiti al minuto”. Miglior speranza femminile Camelia Jordana per “Le Brio”.

Miglior film straniero “Loveless” di Andrey Zvyagintsev e miglior regista Albert Dupontel per “Au revoir là-haut”.

Penélope Cruz ha ricevuto il César d’Honneur alla carriera.

_______________________________________________________________________

Di seguito i vincitori delle principali categorie.

Miglior film: 120 battiti al minuto di Robin Campillo

Miglior regista: Albert Dupontel per Au revoir là-haut

Miglior attore: Swann Arlaud per Petit Paysan

Miglior attrice: Jeanne Balibar per Barbara

Miglior attore non protagonista: Antoine Reinartz per 120 battiti al minuto

Miglior attrice non protagonista: Sara Giraudeau per Petit Paysan

Miglior speranza maschile: Nahuel Pérez Biscayart per 120 battiti al minuto

Miglior speranza femminile: Camelia Jordana per Le Brio

Miglior opera prima: Petit Paysan di Hubert Charuel

Miglior film straniero: Loveless di Andrey Zvyagintsev

Miglior documentario: I Am Not Your Negro di Raoul Peck

Miglior film d’animazione: Le Grand Méchant Renard et autres contes di Benjamin Renner e Patrick Imbert

Miglior montaggio: Robin Campillo per 120 battiti al minuto

Miglior fotografia: Vincent Mathias per Au revoir là-haut

Miglior colonna sonora: Arnaud Rebotini per 120 battiti al minuto

Miglior sceneggiatura non originale: Albert Dupontel e Pierre Lemaitre per Au revoir là-haut

Miglior sceneggiatura originale: Robin Campillo per 120 battiti al minuto

_______________________________________________________________________

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here