Home Eventi Giffoni Film Festival 2018: vigilia da brividi con “Hereditary”

Giffoni Film Festival 2018: vigilia da brividi con “Hereditary”

CONDIVIDI

Vigilia da brividi oggi per la 48esima edizione del Giffoni Film Festival con l’anteprima dell’horror “Hereditary”, opera prima dell’esordiente Ari Aster, prodotto da Palm Star Media e distribuito da Lucky Red.

Dopo aver raccolto il plauso di pubblico e critica all’ultima edizione del Sundance Film Festival e in attesa dell’uscita in Italia il prossimo 25 luglio, “Hereditary” è la prima delle 13 anteprime assolute che passano al festival del cinema dei ragazzi.

Il film – interpretato da Toni Collette (“Little Miss Sunshine”, “United States of Tara”), Gabriel Byrne (“In Treatment”, “I soliti sospetti”), Alex Wolff (“Jumanji – Benvenuti nella giungla”), Milly Shapiro (“Matilda the Musical”) e la vincitrice di un Emmy Award Ann Dowd (“The Handmaid’s Tale”) – è basato su una serie di short film aventi come tema i traumi familiari e la terrificante lotta di una famiglia americana contro le forze malvagie.

La trama ruota attorno alla famiglia Graham: dopo la morte della nonna, donna misteriosa e isolatasi dal resto del mondo, la famiglia inizia a essere coinvolta in eventi sempre più inquietanti che si concentrano soprattutto sulla nipote adolescente Charlie. Solo la madre avrà il compito di salvare la famiglia da quella che sembra essere una maledizione inevitabile.

Un film che è anche una metafora della famiglia in un’epoca di disgregazione dei legami affettivi. Un horror destinato a lasciare il segno tra gli amanti del genere come nelle intenzioni del regista: «Spero che il film non faccia dormire la gente – ha detto Colette – spero che rimanga con il pubblico per un po’».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here