Home Eventi Venezia 75: Carlo Verdone e Tosca D’Aquino presentano “Non dire viola”, un libro dedicato alla...

Venezia 75: Carlo Verdone e Tosca D’Aquino presentano “Non dire viola”, un libro dedicato alla scaramanzia

CONDIVIDI

“Non dire viola – Superstizioni, riti e amuleti del cinema” è una pubblicazione di Istituto Luce Cinecittà dedicata al rapporto tra scaramanzia e grande schermo.

Con la prefazione di Luciano De Crescenzo, la cura di Nicole Bianchi, il contributo storico di Italo Moscati, il libro sarà presentato oggi 2 settembre al Lido di Venezia (ore 16.30 – Sala Tropicana dell’Hotel Excelsior), nell’ambito della 75. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, da due dei venti protagonisti, Carlo VerdoneTosca D’Aquino, moderati da Laura Delli Colli e Gianni Canova.

“Non dire viola – Superstizioni, riti e amuleti del cinema” è un libro dedicato alla scaramanzia, a come questa è, ed è stata, vissuta, percepita, allontanata, derisa, amata e detestata da molti protagonisti del cinema italiano passato e presente.

Scegliendo il viola sin dal titolo, colore per antonomasia inviso e temuto dallo spettacolo italiano, “Non dire viola” apre con la prefazione di Luciano De Crescenzo (agenzia letteraria Delia), che nel DNA partenopeo dovrebbe portare con sé attenzione alla scaramanzia e ai suoi riti, invece razionalizzati e ironizzati dal suo profilo di ingegnere. “Una volta ho letto che il colore viola porta bene quando si cerca lavoro, ma se il lavoro lo cerco nel cinema, a questo punto mi chiedo: come mi devo vestire?”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here