Home Eventi Da Micaela Ramazzotti a Matilda De Angelis, tutte le vincitrici del Premio Afrodite 2018

Da Micaela Ramazzotti a Matilda De Angelis, tutte le vincitrici del Premio Afrodite 2018

516
0
CONDIVIDI
L’eccellenza delle donne nel cinema, in tv, nel giornalismo e nello sport

Micaela RamazzottiMatilda De AngelisSerena DandiniValentina Amurri Linda Brunetta con la squadra, di ritorno, della “Tv delle Ragazze” ma anche, nel giornalismo, Barbara Palombelli dalla carta stampata alla tv e Giorgia Rossi per lo sport. E poi ancora Laura MoranteBarbora BobulovaMartina ColombariBarbara BouchetLetizia LamartirePaola RandiWilma Labate, le produttrici Maria Carolina TerziElisabetta Bruscolini. Premio speciale a Lidia Ravera dal ’68 ad oggi, per il suo impegno sempre dalla parte delle donne.

Sono loro, e tante altre, le donne protagoniste ancora una volta del Premio Afrodite che, quest’anno alla sua 16esima edizione, festeggia giovedì prossimo, 11 ottobre, nella nuova location del Rome Cavalieri, a Waldorf Astoria Resort, il talento al femminile nell’ambito dell’audiovisivo e non solo. Un’iniziativa che mette al centro le donne del mondo del cinema, della fiction, della tv, ma oltre lo spettacolo, anche del giornalismo e dello sport.

A guidare l’appuntamento dedicato ai premi di quest’anno con Laura Delli Colli, ancora una volta Stefano Meloccaro. Ma il protagonismo della serata sarà per loro, donne eccellenti, top di un’annata davvero speciale.

Ecco, in sintesi, i premi assegnati quest’anno dal Direttivo dell’Associazione:

Per la creatività tv: Serena Dandini, Valentina Amurri e Linda Brunetta “La Tv delle Ragazze”, “Gli Stati Generali”.

Attrice protagonista: Micaela Ramazzotti per il film “Una storia senza nome”.

Attrice emergente: Matilda De Angelis per il film “Youtopia”.

Attrice non protagonista: Barbara Bouchet per il film “Metti la nonna in freezer”.

Miglior film con una regia femminile: “Tito e gli alieni” di Paola Randi.

Migliore opera prima al femminile: “Saremo giovani e bellissimi” di Letizia Lamartire; alla produttrice Elisabetta Bruscolini; all’attrice protagonista Barbora Bobulova.

Miglior produzione: Maria Carolina Terzi per il film “Gatta Cenerentola”.

Miglior documentario: “Arrivederci Saigon” di Wilma Labate.

Laura Morante scrittrice esordiente con “Brividi immorali (La nave di Teseo)”.

Martina Colombari per l’impegno sociale.

Barbara Palombelli dalla carta stampata al giornalismo tv.

Giorgia Rossi, giornalista sportiva.

Premio speciale a Lidia Ravera (1968-2018), cinquant’anni dalla parte delle donne.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here