Home Eventi “Angelo – Life of a Street Dog”, arriva il corto per ricordare...

“Angelo – Life of a Street Dog”, arriva il corto per ricordare Angelo

462
0
CONDIVIDI

La storia di Angelo, il dolce randagio di Sangineto (CS) ucciso senza pietà da quattro ragazzi, è impossibile da dimenticare e ha avuto un impatto mediatico particolarmente forte. Di lui si sono occupati tutti i media nazionali e in poco tempo è diventato un simbolo di tutti gli animali torturati e uccisi per puro sadismo da persone senza cuore. Per questo motivo, Andrea Dalfino, giovane regista che si divide tra Milano e Los Angeles, ha voluto realizzare un cortometraggio per onorare la vita di questo tenero cagnolone e di tutte le altre vittime.

Dopo quasi un anno di lavoro in stretta collaborazione con Lega Nazionale per la Difesa del Cane, che ha patrocinato l’opera, il cortometraggio “Angelo – Life of a Street Dog” verrà presentato ufficialmente in anteprima lunedì 29 ottobre presso il Mondadori Megastore di Piazza Duomo a Milano. L’appuntamento è per le ore 18.00 con un breve dibattito sui diritti degli animali, sulle leggi esistenti e sui miglioramenti necessari da un punto di vista sia legislativo sia culturale.

“All’evento abbiamo invitato i Ministri Giulia Grillo (Salute) e Sergio Costa (Ambiente) con cui speriamo di intavolare un costruttivo dialogo per migliorare la situazione nel nostro Paese”, afferma Piera Rosati, Presidente LNDC. “Tra gli altri invitati ci sono molte personalità del mondo dello spettacolo e della cultura che da sempre hanno mostrato sensibilità e interesse per questi temi. Ci tengo a precisare che, d’accordo con il regista Andrea Dalfino, abbiamo volutamente evitato scene esplicitamente violente ma abbiamo voluto descrivere la vita di Angelo che, come tutti i randagi, sapeva accontentarsi e gioire con poco”.

“Questo è un progetto che è nato dal cuore per una causa in cui credo molto, e non sarebbe stato possibile senza il prezioso supporto di Lega Nazionale per la Difesa del Cane e della Presidente Piera Rosati. Inoltre, grazie a questa avventura ed al lascito di Angelo, la mia famiglia si è arricchita con l’adozione a fine riprese di Lapo, il cane che ha magistralmente interpretato Angelo nel film nonostante fosse appena uscito da un canile del sud e non fosse minimamente preparato non solo alla recitazione, ma alla vita stessa”, aggiunge Andrea Dalfino.

Il regista e l’Associazione fanno sapere che eventuali proventi derivati dalla distribuzione del cortometraggio verranno devoluti a LNDC che li destinerà per finanziare progetti di sterilizzazione nel sud Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here