Home Eventi A Roma una serata per Jafar Panahi 

A Roma una serata per Jafar Panahi 

CONDIVIDI

Jafar Panahi, il regista iraniano condannato dal 2010 a non poter più uscire dal suo Paese e a non poter più girare film, sarà celebrato lunedì 19 novembre alle 20.30 al Cinema Giulio Cesare di Roma, con un’anteprima per il pubblico romano del suo ultimo film “Tre volti”, Premio per la Migliore Sceneggiatura a Cannes 71, a cui interverranno tanti ospiti che, in segno di solidarietà/protesta, si faranno ritrarre accanto a lui, virtualmente presente grazie a una sagoma a grandezza naturale. I biglietti sono in prevendita al Cinema Giulio Cesare.

Panahi è stato condannato nel 2010 e per una durata di tempo illimitata a non realizzare più film, a non scrivere più sceneggiature, a non rilasciare più interviste e a non uscire più dal suo paese, pena 20 anni di carcere per ogni interdizione violata, ovvero una potenziale sanzione complessiva di 80 anni di detenzione. La condanna è stata confermata in appello nell’autunno 2011.

Malgrado i divieti, ha però continuato a scrivere e girare, realizzando “This is Not a Film – In Film Nist” (2011) e “Closed Curtain” (Orso d’Argento per la Sceneggiatura alla Berlinale 2013); poi “Taxi Teheran” (Orso d’Oro e Premio Fipresci a Berlino 65) e quest’ultimo, “Tre volti” (Trois Visages/Three Faces), con cui ha partecipato per la prima volta al Concorso del Festival di Cannes, vincendo il Premio per la Migliore Sceneggiatura.

“Tre volti” uscirà nelle sale il 29 novembre distribuito da Cinema di Valerio De Paolis.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here