Home Eventi Sudestival: Pupi Avati inaugura la 20esima edizione del “Festival lungo un inverno”

Sudestival: Pupi Avati inaugura la 20esima edizione del “Festival lungo un inverno”

519
0
CONDIVIDI

Torna Sudestival, “Il Festival lungo un inverno” che come di consueto si svolgerà nella città pugliese di Monopoli, tra il Cinema Vittoria, il Teatro Auditorium Radar e la Biblioteca Rendella (Sala Eventi), con le proiezioni pomeridiane al Cinema Norba di Conversano.

Il festival, che quest’anno inaugura la sua 20esima edizione, vedrà il programma articolarsi nell’arco di 10 weekend, da venerdì 25 gennaio a sabato 30 marzo 2019.

La storica manifestazione, organizzata dall’Associazione Sguardi per la direzione artistica di Michele Suma, rappresenta in Puglia la vetrina della più recente produzione cinematografica italiana d’autore e ospiterà opere prime e anteprime, accompagnate in sala da personalità del cinema che hanno contribuito alla loro realizzazione: registi, attori e professionisti del settore saranno presenti alle proiezioni per incontrare il pubblico.

Ad aprire l’edizione 2019 del festival, venerdì 25 gennaio, sarà la mostra fotografica “Pupi Avati. Parenti, amici e altri estranei”, realizzata in collaborazione con la Cineteca di Bologna e dedicata ai cinquant’anni di cinema del regista. L’esposizione, che ripercorre la storia di uno dei più interessanti, poliedrici e prolifici autori del cinema italiano, sarà inaugurata alla presenza di Pupi Avati, alle ore 18.00 al Castello Carlo V di Monopoli e resterà in programma fino al 30 marzo, giornata conclusiva del festival.

Alle 21.00 seguirà l’inaugurazione della manifestazione al Teatro Auditorium Radar di Monopoli. Ospite d’onore della serata il Maestro Avati, che, dopo una conversazione con Michele Suma ed il pubblico, darà il via al Sudestival 2019 con l’introduzione e la proiezione del suo film “La seconda notte di nozze” (2005).

Per maggiori informazioni: www.sudestival.org 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here