Home Eventi ShorTS 2019: in concorso 20 corti italiani

ShorTS 2019: in concorso 20 corti italiani

CONDIVIDI
82 corti da tutto il mondo per la sezione Maremetraggio

Sono 20 i cortometraggi italiani selezionati per la 20esima edizione di ShorTS International Film Festival, scelti tra numerosi corti che hanno portato alla selezione di 82 opere in concorso, provenienti da 30 paesi diversi: questi i numeri di Maremetraggio, storica sezione competitiva di ShorTS, in programma dal 28 giugno al 6 luglio a Trieste.

Nella sezione concorreranno i migliori cortometraggi provenienti da tutto il mondo e che, nel corso del 2018, sono stati premiati nei principali festival internazionali, come le opere “All These creatures”, vincitore della Palma d’Oro a Cannes, e “The Silent Child”, premio Oscar nel 2018.

Nella selezione 2019 saranno tantissimi i registi italiani dietro la macchina da presa, che firmano ben 20 opere tra i cortometraggi selezionati, cimentandosi nei generi più disparati, dalla commedia all’animazione, fino a corti assolutamente innovativi e sperimentali.

Tra le opere italiane in concorso troviamo: “Pepitas” di Alessandro Sampaoli con Lino Guanciale“Mercurio” di Michele Bernardi, uno dei più importanti animatori e fumettisti italiani; “Sugarlove”, corto in stop motion di Laura Luchetti“Goodbye Marilyn” di Maria Di Razza, presentato a Venezia nella sezione Giornate degli Autori, che traduce in versione animata un’intervista impossibile all’iconica Marilyn Monroe“Quelle brutte cose” di Loris Giuseppe Nese, presentato in concorso alla Settimana Internazionale della Critica 2018; “F**K Different” di David Barbieri“Nessun Dorma” di Paolo Strippoli“Milky Way” di Valerio Rufo con protagonista Daphne Scoccia“My Tyson” di Claudio Casale“L’ombra della sposa” di Alessandra Pescetta.

Le 82 opere in gara si contenderanno il prestigioso Premio EstEnergy – Gruppo Hera da 5.000,00 euro assegnato da una giuria internazionale, composta tra gli altri da Hrönn Marinósdóttir (direttrice del Reykjavik International Film Festival), Heinz Hermanns (direttore di Interfilm Berlin Short Film Festival), Alvaro Gago Diaz (vincitore del premio al miglior corto nella scorsa edizione di ShorTS IFF), Pippo Mezzapesa (regista e autore).

Riconfermato anche quest’anno il Premio TriesteCaffè del pubblico e il Premio Oltre il muro assegnato al miglior corto italiano da una giuria di detenuti della Casa Circondariale di Trieste al termine di un percorso formativo di 400 ore realizzato dall’Associazione Maremetraggio per conto di EnAIP FVG.

“La presenza di così tanti film italiani in concorso è sicuramente un segnale importante – dichiara Francesco Ruzzier, curatore della sezione Maremetraggio – perché è la testimonianza di un movimento in costante crescita, dalla sensibilità sempre più raffinata ed incisiva. Come sempre, la selezione dei film non parte mai dalle tematiche trattate o dai discorsi politici affrontati, ma dal tentativo di individuare un’idea di cinema personale alla base dei film; però è ovviamente impossibile che da questa idea di cinema non emerga un certo tipo di visione del mondo. Perché in un periodo di crisi e transizione come questo, sia dal punto di vista umano che ambientale, è chiaro che certe tematiche vengono sfiorate anche da chi non vuole farlo in maniera diretta: ciò che emerge maggiormente dagli 82 corti in selezione è la condizione di spaesamento con cui l’essere umano sta vivendo dei cambiamenti più grandi di lui; c’è un continuo tentativo di decifrare una realtà sempre più caotica e per certi versi imperscrutabile. E da qui la volontà di rifugiarsi continuamente nei rapporti umani, nella ricerca del prossimo, nella comprensione”.

Per maggiori informazioni: www.maremetraggio.com 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here